venerdì 29 aprile 2011

ANGURIA GIGANTE DI FONTARRONCO

Anguria gigante di Fontarronco
Chi la fa' più grossa?


Come ha scritto Angelo nel post sulle angurie abbiamo pensato di fare questa gara scherzosa tra noi, visto che abbiamo ricevuto un discreto numero di semi puri di questa antica varietà, di cui riportiamo il link  qui

Dal sito dell'ARSIA:
"
Si deve unicamente alla pazienza di alcuni anziani agricoltori-ortolani della zona, profondamente attaccati alle tradizioni contadine, se è finora rimasto, in piccole quantità, del "seme sano" gelosamente custodito e tramandato di padre in figlio.
Attualmente infatti tale varietà si coltiva unicamente all'intemo di orti su piccolissime superfìci ed è destinato esclusivamente all'autoconsumo, mai alla vendita, ed alla moltiplicazione e conservazione del seme."
Per questo motivo alcuni di noi coltiveranno in purezza questa anguria  mentre chi invece vuole solo cimentarsi nella gara può coltivarla assieme ad altre varietà, senza doversi preoccupare di conservarne la semenza.


Al momento alla gara partecipano:
Franca dal Veneto, MaxBetty dal Lazio, Marco dalla Romagna, Angelo dalla Puglia e Paolo dalla Liguria, altri amici sono stati invitati e ci sono ancora dei semi (non molti...) per chi si vuole aggregare.

Come già scritto non ci sono premi, l'unica regola è che la coltivazione  deve essere biologica, metteremo le foto delle piante e dei frutti, peso e dimensioni e quant'altro ci sembri interessante e curioso, più che una competizione sarà uno scambio di esperienze e un modo per onorare una vecchia varietà che non deve essere abbandonata.


Dai commenti:

Paolo (caprettetibetane)

Queste sono le prime tre piantine, ne ho seminate 5 e due sono più in ritardo.



Le ho trapiantate stasera, nei giorni scorsi ho fatto uno scavo che poi ho riempito di scarti vegetali ed infine di terra, intorno alle piantine ho messo poi del compost


Una foto ad una delle piantine, è del 2 giugno.




Ed ecco il mio primo Grande Cocomero:









L'anguria più grossa l'ho tenuta per il ferragosto, che è anche il mio compleanno. Non ho potuto pesarla esattamente perchè la mia bilancia ha il limite di 5 Kg., una delle metà ne pesava 4 quindi era sugli 8 Kg.





Angelo Passalacqua:


Questa anguria sembra un pò perseguitata dalla scalogna... Io ho solo due piante superstiti dalla grandine, naturalmente le ultime che ho seminato, al momento tre frutti di uguali dimensioni:



Di sicuro non sarò il vincitore della gara ma almeno i semi per riprovarci l'anno prossimo sono garantiti!

 Tony (La Casetta Bio)

... la foto inviata dal vincitore, il nostro Tony

giovedì 28 aprile 2011

Feste e contadini

CONTADINI E FESTA DELL'ALBERO
di Angelo Passalacqua


"Nella campagna non c'è più una civiltà contadina, ma un'industria della terra"

La frase è di Ferdinando Camon, quasi in risposta Carlo Petrini scrive della necessità di "nuovi contadini" che coltivino in maniera diversa. Leggo quasi ogni giorno di persone che hanno mollato tutto e vogliono fare il contadino, dal cittadino che vuole vivere in modo più naturale dopo aver lavorato 40 anni nella metropoli ai giovani pieni di entusiasmo che parlano di biodinamica, Fukuoka e "voler coltivare come faceva mio nonno!"

Non credo abbiano idea di come vivevano i contadini di una volta, non tutto l'antico è da rimpiangere, se ciò si può accettare per vecchi sistemi di lavorazione o le varietà da coltivare non altrettanto è auspicabile tornare ad una vita di privazioni, di miseria.

http://www.youtube.com/watch?v=DKcY_UMY3HM&feature=related

Una vita dura che poteva durare molto poco, piena di stenti e fame... In questo raro filmato di un vero evento tragico si vede la presenza delle prefiche ed i loro rituali antichissimi, il testo è di un ancora poco noto Pasolini

http://www.youtube.com/watch?v=vziV5npthaI

Anche la taranta ha origine dalla povertà, i contadini non portavano scarpe...

http://www.youtube.com/watch?v=exFVk8jhSlI&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=8xPQOLZZuss&feature=related

Non solo nel Salento

http://www.youtube.com/watch?v=OyNMWLUgHcU&feature=related

http://www.masseriacanestrello.it/i_braccianti.htm
http://www.masseriacanestrello.it/grano.htm

Tanti dovevano accontentarsi del grano arso, cibo avvelenato generosamente concesso dal padrone... Ora lo si fa tostando in forno, molto più salutare!

Ma tanti contadini non potevano che andarsene, emigrare in cerca una vita meno povera, come ci racconta Francesco

http://www.youtube.com/watch?v=Fu36Ilm7TOY

La festa del Matrimonio degli alberi ha origini antichissime, la più conosciuta si svolge ad Accettura, provincia di Matera

http://www.basilicatanet.com/ita/web/item.asp?nav=maggioaccettura

Ma sono tanti i paesi dove si festeggia, da Rotonda alla Calabria, quella di Francesco è nel paesino di Alessandria del Carretto, sempre nel Parco del Pollino

http://www.youtube.com/watch?v=ZT6aWvFOA5Y&feature=related

Tanti anni fa, il maestro Vittorio De Seta aveva filmato Alessandria ed i suoi Dimenticati

http://www.youtube.com/watch?v=n61oky3YZ0o



Spero di non avervi annoiato con questo mio monologo e state tranquilli, torno presto con novità orticole interessanti!

lunedì 18 aprile 2011

Primavera

LA PRIMAVERA
di Angelo Passalacqua


"Primavera non bussa, lei entra sicura
come il fumo penetra da ogni fessura."

Fabrizio De André, Un chimico


Anche se piove e fa freddo conta poco perché:
"Per quanto gli uomini, riuniti a centinaia di migliaia in un piccolo spazio, cercassero di deturpare la terra su cui si accalcavano, per quanto la soffocassero di pietre, perché nulla vi crescesse, per quanto estirpassero qualsiasi filo d'erba che riusciva a spuntare, per quanto esalassero fiumi di carbon fossile e petrolio, per quanto abbattessero gli alberi e scacciassero tutti gli animali e gli uccelli, – la primavera era primavera anche in città."

Lev Tolstoj, La primavera, nonostante tutto, ritorna sempre
Ma è meglio goderla in campagna, respirando i profumi a pieni polmoni, quello del ciliegio di Santa Lucia e quello degli azzeruoli e, perchè no, raccogliendo "cicorielle", come si usa dire ma cicorielle non sono... Tralasciando le piante più comuni come tarassaco o borsa del pastore, diamo un'occhiata a questi tesori misconosciuti.



L'asparago selvatico non ha bisogno di presentazione, giusto?
http://luirig.altervista.org/naturaitaliana/viewpics.php?title=Asparagus+acutifolius
http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=14285
Non faccio commenti, i link che vi indico mi sollevano da questo compito... Poi, le foto sono molto meglio!



Gli ombrellini pugliesi

http://www.naturamediterraneo.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=11074
http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=12331



La radicchiella rosea col suo bellissimo fiore

http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=27502



Ancora una radicchiella...

http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=35522

Non potendo mettere troppe foto, ora vi scrivo solo i link, così cominciate ad allenarvi al riconoscimento!

Costolina
http://www.dipbot.unict.it/alimurgiche/scheda.aspx?i=18

Costolina liscia
http://luirig.altervista.org/schede/ae/hypochoeris_glabra.htm


Radicchio selvatico
http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=9202

Radicchio tuberoso
http://luirig.altervista.org/schede/ae/leontodon_tuberosus.htm
http://www.argonauti.org/forum/topic.asp?TOPIC_ID=2296

Aspraggine
http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=14493

Lattaiola
http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=24879

Radicchio tubuloso
http://luirig.altervista.org/schede/ae/hedypnois_cretica.htm

Radicchio stellato
http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=33089

Erba cornacchia
http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=34207

Castagna di terra
http://www.fungoceva.it/erbe_ceb/Bunium_bulbocastanum.htm

Mi fermerei qui per questa volta, non prima di segnalarvi però le Piantaggini,
la maggiore
http://www.altavaltrebbia.net/piante-medicinali/402-piantaggine-maggiore-.html

la lanceolata
http://www.capoliverionline.it/Erbario/schede/piantaggine.asp

e la piantaggine a corna di cervo


Il consiglio di accompagnarvi ad un'esperto conoscitore di erbe spontanee è sempre valido, almeno le prime volte!


http://www.funghiitaliani.it/index.php?showtopic=15261

domenica 17 aprile 2011

Orto in aprile

L'orto a metà aprile
di Paolo Basso


In attesa che siano pronte le piantine di pomodori, melanzane e cucurbitacee varie, ecco qualche foto della situazione attuale.
Anzitutto le due fasce dove pianterò la maggior parte delle verdure, ancora occupate dalla coltura invernale delle fave:


poi la carciofaia, solo dieci piante di due anni in produzione, altre piantate in autunno renderanno bene il prossimo anno, per ora fanno carciofi piccoli.


Due file di cipolle, la prima fila è cipolla genovese, la seconda è cipolla egiziana. Dietro due solchi di patata Corniola.



ed oltre parecchi solchi di patata Vitelotte



Altre fave piantate tra i nuovi alberelli da frutta



e qualche iris sul bordo del quarto campetto di fave.



Vi chiederete come mai tante fave, gli amici a cui piacciono sono parecchi, loro portano salame e pecorino...
Poi è una coltivazione che migliora il terreno e lo tiene sgombro dalle erbacce senza troppa fatica.
 
 

lunedì 11 aprile 2011

Le angurie

ANGURIE 2010
Citrullus lanatus  Fam. Cucurbitacee

di Angelo Passalacqua

La Moon and stars con la polpa gialla l'abbiamo già conosciuta, oggi voglio mostrarvi le altre angurie che ho coltivato l'anno scorso. Per i semi ringrazio Egilberto L.



La Cream of Saskatchewan ha origini russe, ha la polpa bianco crema, un'ottimo sapore e profumo.




http://www.reimerseeds.com/cream-of-saskatchewan-watermelons.aspx



Polpa color oro per la Yellow baby, varietà precoce di anguria

http://www.theenduringgardener.com/watermelon-yellow-baby-1-packet

A destra nella foto la Blacktail mountain, precoce anch'essa.

http://mitglied.multimania.de/rkraft/Melonenfotos/Blacktail-Mountain.jpg



A sinistra, polpa rossa per la Desert king, come per tutte le varietà che qui descrivo, si trova a suo agio in ambienti siccitosi.
Ho qualche riserva circa l'esattezza di questa varietà come per quelle che seguono, forse ciò è dovuta al fatto che i semi sono stati acquistati in rete...



Buccia chiara e polpa arancione per Orange tender, gusto un pò deludente.





Tre piante nate dai semi di una stessa busta, due angurie abbastanza diverse...

Nessun dubbio invece per i semi di una varietà non comune di anguria, ho pensato di utilizzarli per una prova un pò "giocosa ma non tanto" coinvolgendovi in:

"PROVIAMO A CHI LA FA PIU' GROSSA?"

Anguria gigante di Fontarronco o della Val di Chiana

Dono prezioso di Marco Q. in generosissima quantità, questa anguria è di enorme pezzatura, poichè non voglio che i semi rimangano nella mia scatola ho pensato di mandarne tre-quattro semi a chi vorrà coltivarli, naturalmente in biologico e senza barare, visto che comunque il vincitore non ci guadagna nulla di venale!
Essenziale anche mantenere la purezza della varietà, ovviamente!

http://germoplasma.arsia.toscana.it/Germo/modules/MESI_Menu/Elemento.php?ID=669
Cliccate su scheda completa.