martedì 13 ottobre 2009

peperoncini rustici

Due peperoncini: Rocoto e Goat's Weed
di Paolo Basso
Vi spiego subito perchè ho abbinato questi due peperoncini piccanti così diversi, perchè sono entrambi abbastanza resistenti al freddo e quindi coltivabili come perenni.
Ovviamente chi vive in un clima freddo dovrà coltivarli in vaso, chi invece vive in un clima dove le temperature scendano raramente sotto lo zero può coltivarli all'aperto e diventano delle belle piante.
Il Rocoto (Capsicum pubescens) è un peperoncino carnoso, molto piccante e tipico della cucina sudamericana, può essere cucinato ripieno di carne da chi ama i cibi infuocati...  io preferisco metterne qualche pezzetto tritato nella salsa di pomodoro per gli spaghetti, da' un ottimo gusto non solo piccante.
Caratteristica di questi pubescens sono i fiorellini blu ed i semi neri, i frutti hanno la forma di un peperone di piccole dimensioni.






Il Goat's Weed invece è un Capsicum annuum, come la maggior parte dei peperoncini coltivati nel nostro paese. Si distingue per un'elevata piccantezza dei frutti, per la pelosità delle foglioline e per la crescita in altezza, un piccolo alberello già dal primo anno.
E' anche una bella pianta, molto decorativa, fiorellini bianchi che diventano frutti neri lucidi, eretti, solo a maturazione diventano rossi. Può essere una curiosa ed utile pianta da appartamento, basta una posizione luminosa.




Ovviamente i semi di queste varietà, come altre già descritte, saranno disponibili nella mia lista semi che sarà presto aggiornata.
 

3 commenti:

  1. Risposte
    1. Il primo Rocoto il secongo Goat's Weed...

      Elimina
  2. leggevo solo ora l'articolo sui peperoncini e colgo l'occasione per aggiungere che il rocoto ha origini antichissime e da riscontri storici-archeologici pare che fosse già conosciuto dagli incas. l'associazione di idee " incas- peperoncino-ande " risulta corretta ed infatti se si ha la possibilità di coltivare in vaso per un paio di anni il rocoto,successivamente si potrà trapiantare in terra studiando una posizione riparata dai venti di nord e esposta preferibilmente a sud sud-est.
    nella scelta della posizione ricordiamoci che il rocoto ama una posizione a mezzo sole.
    risulta essere infatti una pianta perenne con crescita fuori del normale per raggiungere anche i tre/quattro metri, naturalmente la produzione è proporzionata allo sviluppo della pianta.
    se riesco in seguito allegherò una foto del mio rocoto di circa tre anni.
    naturalmente ho semi a volontà.
    buona coltivazione

    RispondiElimina