martedì 31 marzo 2015

PISELLO ASPARAGO

Lotus tetragonolobus

di Angelo Passalacqua


Una pianta che cresce spontanea in molte regioni italiane, una volta molto conosciuta ed utilizzata in cucina, ora è addirittura diventata una verdura esotica!


Il nome di pisello-asparago è usato per due varietà diverse di piante, il ginestrino purpureo ed il fagiolo di Goa, io vi mostro il ginestrino che coltivo.


In questa scheda notizie e descrizione delle caratteristiche del ginestrino purpureo.


Qui altre belle foto e notizie.


L'immagine del baccello spiega gli altri nomi del ginestrino, pisello alato o pisello quadrato. L'utilizzo alimentare lo vede come taccola mangiatutto, sapore delicato e molto gustoso, oppure i semi tostati e macinati per sostituto del caffé.

Un video in inglese per il ginestrino, per la coltivazione   , sempre la nostra amica per qualche consiglio.


Tenere in semi in ammollo una giornata accellera di molto la nascita delle piantine, per il resto non ci sono esigenze particolari, il ginestrino  non ama troppa umidità, innaffiare con parsimonia! Qui sulla Murgia cresce in aridocoltura...
 

3 commenti:

  1. Quest'anno ne ho seminato anche io però è appena alle prime vere foglie, non certo come i tuoi in foto! Però non vedo l'ora di assaggiarli!!

    RispondiElimina
  2. Ecco la pianta dai baccelli confondibili con quelli del mio tetragonolobus, lo Psophocarpus.
    I semi sono praticamente identici.

    Avevo delle belle piantine del mio tetragonolobus ma il vento mi ha ribaltato i semenzali. Ho seminato gli ultimi semi rimasti sperando che combinino qualcosa di buono.
    In caso contrario sarà meglio ripiegare sul più nostrano Lotus, che sembra meno esigente in fase di coltivazione.

    RispondiElimina
  3. Moreno, le foto sono dello scorso anno...

    Claudia, ti auguro che la coltivazione vada bene, sai che non è una pianta facile da coltivare a Milano! Per il Lotus c'è sempre tempo!

    Angelo

    RispondiElimina