lunedì 24 febbraio 2014

INNESTO A CUNEO di Cetriolo

Innesti di orticole
di Domenico Tommasino

Come  promesso,  vi  do  le indicazioni  su  come  innestare,  iniziando dall’innesto a cuneo.

Premessa:
  • non innaffiate le piantine il giorno prima dell’innesto  per non aumentare la pressione radicale, 
  • innestare quando nesto e portainnesto hanno sviluppato le due foglie vere, 
  • si  procede a questa tecnica quando il portainnesto e nesto non sono della stessa misura, altrimenti si può innestare a taglio obliquo oppure  a  spacco,
  • in merito al cetriolo tenete presente che il fusto si sviluppa a forma quadrata.

Materiale necessario: 
  • mini serra come in foto, 
  • copertura in TNT o plastica trasparente (anche alla base)
  • bisturi o lametta da barba (1),  
  • guanti in lattice(2) o se si vuole operare a mani nude un disinfettante come amuchina(3), 
  • va bene anche una soluzione di candeggina con acqua rapporto 1a 9;  
  • mollette e un vaporizzatore(4).  
  • Le clips 1° (5) e ultima (10) ( auto costruita in alluminio) si usano per l’innesto di pomodoro, peperone e melanzana,  le altre sono per cocomero e melone, le potete recuperare nei campi a fine raccolto (ma solo a fine raccolto), il commercio amatoriale in Italia  è assente,  la n° 9 l’ho acquistata all’estero tramite Internet.
 

  • ovviamente occorre un portainnesto e nesto



PROCEDURA:
tagliare le foglie del portainnesto e rimuovere eventuali ricacci


Praticare un taglio di circa 1 cm senza dividere in due il portainnesto come in foto


Tagliare il nesto a cuneo come nella foto (nella foto è visibile solo un lato)

Inserire e far combaciare  il nesto nel portainnesto come in foto


Notare il particolare del punto dell’unione

Bloccate l’innesto con la molletta (in assenza provate con nastro carta tagliandolo a strisce da  0,5 cm)



Applicate un tutore, può essere una canna, o uno stecchino da spiedino


Vaporizzate l’innesto


A questo punto riponete l’innesto o gli innesti  nella mini- serra che dovrà restare all’ombra e mai al sole,  la temperatura dovrà mantenersi intorno a 20° e l’umidità al 90%,  spruzzate un po’  d’acqua al suo interno e richiudete.
Non spruzzare altra acqua nella serra salvo che l’innesto inizi ad appassire, altrimenti un eccesso idrico farebbe marcire l’innesto.
Per 2/3 gg non aprite la serra, dopo 3-4 gg areate per qualche minuto ma di sera e poi richiudete.
Vaporizzate se necessita.
Trascorsi 10 gg potrete iniziare ad aprire gradualmente la mini serra iniziando sempre dalle ore serali.

Spero che la procedura accompagnata dalle foto vi possano  aiutare, se avete dubbi  e domande chiedete pure…
------------------------
VEDERE ANCHE:

26 commenti:

  1. Non vedo il mio commento...
    Bellissimo.
    Cosa usare come portainnesto? Zucca? Melone? Altro?
    Non ho ancora seminato i cetrioli, così posso seminare assieme nesto e portainnesto.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, il portainnesto che uso è un ibrido di zucca, puoi innestarci anche meloni e cocomeri, in alternativa puoi provare la zucca maxima e moschata, se vuoi lascia la tua Mail che ti contatto per inviarti i semi...cosa importante è seminare il nesto una settimana prima del portainnesto, perchè quet'ultimo cresce con maggiore vigoria...
      Per gli altri innesti dovrai attendere un po'.

      Elimina
    2. Grazie per la spiegazione, gentilissimo.
      E anche per la gentile offerta di mandarmi dei semi, ma per questa prova ho sia la maxima che la moschata, Farò una o due prove con quelle.
      Quest'anno coltiverò dei cetrioli bianchi che mi ha dato una cara amica e un cetriolo verde commerciale. L'ho evitato l'anno scorso, ma quest'anno mi tocca. Potrei fare due piantine innestate e due no per tipo (non ho tantissimo spazio e faccio tantissimi esperimenti...)
      Aspetterò ancora qualche giorno per il nesto, perché al momento non so più dove mettere i semenzali! Devo riuscire a trapiantare qualcosa in terra (in serra fredda)
      Grazie
      Claudia

      Elimina
  2. Grazie Domenico, istruzioni pratiche e molto chiare...
    ti pongo il seguente quesito: nel caso in cui il portainnesto sia più sviluppato del nesto (tipo 15-20 giorni di differenza) si può procedere ugualmente? certo, come dice Angelo, bisogna sempre provare, ma magari hai già esperienza in merito... non credo invece sia possibile il contrario. E... a che ora del giorno è meglio praticarli? tardo pomeriggio forse?
    Grazie ancora
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max, come giustamente hai detto nel caso il portainnesto sia più sviluppato del nesto, puoi procedere ugualmente ma con l'innesto a inserzione con ottimo successo, te lo mostrerò appena le piantine saranno cresciute, nel caso contrario non è possibile.
      In merito all'ora, è indifferente, è invece importante operare al riparo dal sole e vento, in casa va benissimo, cosa importante è la pulizia delle mani e della lama come pure della mini-serra.
      ...grazie a Voi
      Domenico

      Elimina
  3. salve, volevo un suo parere e' possibile provare con qualsiasi tipo di zucca come portaiinesto?
    grazie Stefano

    RispondiElimina
  4. salve a tutti, volevo far sapere che come portainnesto ho usato con successo la zucca verde siciliana a cui ho innestato con successo melone e cetriolo. vorrei sapere dove poter reperire le mollette per tenere il punto di innesto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cari amici, "Per Stefano" non tutte le zucche vanno bene, perchè devi ottenere un buon risultato! Per esempio usare una zucca da fiori o da zucchini non è il massimo, come sapete non sono piante vigorose, e si ammalano con facilità, l'apparato radicale rientra nella norma... se usi una Maxima o Moschata di certo hanno più forza ed avrai un buon risultato, considera che ci sono case produttrici che investono tanto per le ricerche e prove di incroci di zucche per offrire un buon prodotto...se vuoi dei semi, lasciami la tua mail e ti contatterò.
      Caro costruttore 59 sei stato poco attento al post! Le mollette in silicone(monouso) le puoi raccogliere nei campi di cocomeri a fine raccolto, le trovi alla base della pianta di solito con annesso tutore bianco, nessuno di noi comprerebbe mai le mollette dalla fabbrica, (in Italia ci sono più aziende così come all'estero) ma l'ordine minimo è esagerato!!! Se però tu volessi acquistare il tipo Arancione (9) della foto n°2, questa la puoi usare quasi all'infinito una volta attecchito l'innesto la rimuovi e te la conservi, fammi sapere che ti do l'indirizzo estero (ordine anche di 50 unità). In merito alla zucca verde di Sicilia penso tu ti riferisca alla zucca(lagenaria) serpente di Sicilia, è comunque ottima!
      Domenico

      Elimina
    2. stefanocampugianiChiocciolagmailpuntocom
      anno scorso ho provato per la prima volta nella mia vita a fare innesti,
      ho usato come porta innesto pomodoro pachino e nesto melanzana e peperone, mi hanno preso entrambe ma non ho visto nessun buon risultato,
      ovviamente non mi arrendo qua!!!!
      grazie infinite

      stefano

      Elimina
    3. Gentile Domenico, non ho ben capito a cosa serve questa pratica.
      Si innestano su cetriolo che tipo di varietà? Con quali benefici?
      Ciao e Grazie,
      Arnaldo

      Elimina
    4. Caro Arnaldo, occorre fare una precisazione: il cetriolo viene innestato su un portainnesto e non il contrario, l'innesto nel caso di specie si pratica per varie ragioni, che vanno dalla lotta alle malattie all'incremento della produzione etc, il portainnesto è un soggetto forte e vigoroso con un apparato radicale assai più importante del nesto, necessita sicuramente di più nutrimento e di conseguenza da maggiori risultati, con l'innesto puoi accorciare la rotazione sullo stesso campo degli ortaggi, resiste maggiormente agli attacchi di parassiti, a infezioni del terreno, di norma si innestano varietà ibride, che raccolgono le migliori caratteristiche delle varietà non ibride, insomma si innesta per un prodotto migliore. Ovviamente se hai un terreno buono e sei soddisfatto del tuo raccolto, l'innesto è solo una curiosità da soddisfare, contrariamente alle produzioni professionali che comunque mirano ad un prodotto eccellente in ogni caso!
      Domenico

      Elimina
  5. Grazie della risposta Domenico, per il porta innesto che varietà usi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arnaldo, per divertirti puoi usare vari tipi, io uso la Zucca del Siam varietà non ibrida, e poi il Camel Force, un ibrido interspecifico nato da incrocio tra zucca Maxima e Moschata, ti do' una dritta, usando la zucca del Siam ho avuto una percentuale elevata di attecchimento innestando a spacco...
      ...Domenico

      Elimina
  6. Le mie piantine di cetriolo sono spuntate e iniziano ad intravedersi le foglie vere.
    http://fioridiaia.altervista.org/albums/nuove-nate/semenzali-2014/14-03-16-cetriolo-bianco-di-laura.jpg
    Non ho ancora seminato le zucche perché il fusticino dei cetrioli è sottilissimo. Il diametro è meno della metà di quello di una piantina di zucca allo stesso stadio.
    Cosa mi consigli(ate)?
    Grazie.

    RispondiElimina
  7. Cara Claudia, per questo tipo di innesto, il nesto deve essere di diametro inferiore,
    altrimenti se nesto e portainnesto fossero stati uguali avresti potuto procedere con l'innesto a taglio obliquo oppure a spacco!
    ciao ...Domenico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, grazie! E l'avevi scritto chiaramente...
      Quando si tratta di questo genere di cose di cui non sono pratica mi faccio prendere dal panico per nulla, invece di leggere...
      Ho seminato le zucche l'altro ieri.

      Elimina
  8. Fatto. Non nel modo giusto, ci sono tante cose che avrei potuto fare meglio.
    La molletta è del tipo da ufficio. Il fusticino non è premuto, sta giusto nell'incavo. Sarebbe stato meglio inserirci una piccola imbottitura.
    Tante cose avrei potuto fare meglio.
    Il mio innesto al momento è in un barattolo dello jogurt da un kg in casa, insacchettato,
    http://fioridiaia.altervista.org/albums/primavera-2014/14-03-26-innesto.jpg

    RispondiElimina
  9. Il mio innesto è ancora vivo ma non cresce.
    Le piantine seminate lo stesso giorno e non innestate sono molto più avanti.
    La prima foglia del cetriolo è seccata, ne stanno spuntando altre ma molto molto lentamente.
    Oggi su entrambi i cotiledoni della zucca sono spuntati dei piccoli germogli, domani li eliminerò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' ancora presto per dare per sicuro l'attecchimento dell'innesto, attendi gli sviluppi dell'esperimento senza timore, tanto le piante non innestate ti mettono al sicuro... Tienici aggiornati!

      Angelo

      Elimina
    2. L'innesto non è attecchito e stanno seccando anche i cotiledoni della zucca. Non butto via, ma una ripresa pare impossibile.
      Nessun altro ci ha provato?

      Elimina
    3. Ciao Claudia, mi dispiace che il tuo innesto non abbia attecchito, ma che zucca hai usato? Hai usato la giusta procedura?
      Stefano ne ha realizzati diversi con le mie zucche con buoni risultari, mi ha anche inviato le foto.
      Se vuoi i semi di portainnesto, chiedi pure...
      Ciao Domenico

      Elimina
    4. Ciao Claudia, io ho provato a fare l'innesto a spacco usando nesti di zucchino alberello di sarzana e, come portainnesti, gli ibridi Camel Force che mi ha inviato domenico. Su 5 ne sono attecchiti 3... sono stati i miei primi innesti, farò meglio con i prossimi.
      Superati i traumi post-operatori, il nesto si sviluppa più velocemente rispetto alle piantine non innestate, o almeno questa è la mia impressione.
      nello stesso giorno avevo effettuato anche 5 innesti a taglio obliquo (nesto: pomodoro d'inverno a grappolo - portainnesto: Arnold, gentilmente inviatomi da Domenico).
      sono attecchiti tutti e 5. ora li ho già trapiantati in campo, vedremo se ci saranno differenze nella produzione.
      Secondo la mia esperienza, lavorare con le cucurbitacee richiede più attenzione e precisione... riproverò cercando di ottenere una percentuale di riuscita più alta.
      ciao Massimo

      Elimina
    5. Bravissimo, complimenti!
      Io non potevo pretendere, perché con questo mio unico tentativo non ho seguito esattamente le istruzioni, ma la lunga sopravvivenza del nesto mi aveva illusa riguardo un possibile risultato positivo.
      Ciao
      Claudia

      Elimina
  10. Gent.mo Domenico,
    come già confessato non ho seguito esattamente la procedura, quindi non posso pretendere il risultato sperato.
    Ero partita con l'intenzione di innestare due piantine di cetriolo verde e due di bianco su cucurbita maxima ma alla fine ho avuto spazio per trapiantare una sola piantina e con eccesso di ottimismo ho preparato solo un innesto.
    Avevo appena trapiantato il portainnesto e questo probabilmente è stato causa di stress per la piantina.
    Ho fermato l'innesto con una pinzetta da ufficio, come si vede dalle prime foto, poi l'ho sostituita con una di dimensioni maggiori, e con sotto un giro di spugnetta.
    Non ho messo un tutore.
    E anche tante altre cose... poi forse l'ho tenuta troppo al caldo.
    Non l'ho ancora buttata.
    Riproverò l'anno prossimo, cercando di seguire meglio le istruzioni.

    RispondiElimina
  11. Vorrei sapere su quali piante è possibile innestare un peperone e quale tecnica è più consigliata. Grazie. Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simone, il peperone viene innestato su vari portainnesti, di solito sono ibridi di peperone.
      Per i miei innesti uso Rocal per il solo fatto che sono venuto in possesso di questi semi, purtroppo comprare i semi di portainnesto in genere è una bella spesa "e come si suol dire il gioco non vale la candela", perchè solitamente ogni confezione contiene 1000 semi.
      Si procede con l'innesto a taglio obliquo con ottimi risultati, che spero di pubblicare questa tecnica prossimamente.
      Se tu volessi dei semi di Rocal lasciami la tua mail e ti contatterò.
      Scusami per il ritardo della risposta alla ua domanda,
      ...Domenico

      Elimina