giovedì 18 dicembre 2014

Zucca della Styria 2

di Moreno M.

Eccoci qua come promesso!
Questa la mia esperienza con una nuova zucca cominciata a marzo 2014 con la semina in una improvvisata piccola serra posticcia e di nessun lusso. Notare che qualcuno l'ha trovata subito di suo gradimento, una coppia di ramarri sì crogiolava al tiepido sole marzolino ogni giorno, io li consideravo le guardie svizzere dei miei tesori.



Il 13 giugno le 4 piante che hanno sopravvissuto agli attacchi famelici di qualche limaccia si stavano allungando a vista d'occhio e i primi fiori femminili cominciavano a formarsi, le piante erano molto sane e vigorose e l'unica concimazione che ho fatto è stata quella di interrare una palata di letame sotto ad ogni buca dove avrei messo la piantina a dimora.



Eccola! La prima zucca è già matura, e siamo a metà luglio, quindi ad un solo mese dalla fioritura e questo denota quanto precoce sia questa varietà che molto probabilmente si sarà adattata nel tempo alle brevi estati alpine della Stiria. Le piante comunque continuavano ad allungarsi e ad allegare altri frutti.



Eccole qua! Tra luglio ed agosto non si sono fatte mancare nulla, pioggia,grandine, malattie varie... Eppure c'è l'hanno fatta proprio come la gente di montagna da dove provengono, non mi hanno deluso!




Che soddisfazione andare a raccoglierle con le nipotine( si vedono solo le mani) e riempire la macchina pensando a quanti buoni semi salteranno fuori dopo averle svuotate...


Questo è il contenuto di una zucca, vedete i semi ancora freschi ma maturi e belli paffutelli pronti per essere seccati al sole,la polpa non è un granché ma ho visto che le galline se la sono mangiata senza problemi,


Io ho trovato anche questo ottimo ripiego alle zucche svuotate dai semi così ho accontentato anche le nipotine. Attenti però che già a fine ottobre questo tipo di zucca da segni di cedimento e in poco tempo cominciano a guastarsi quindi è meglio toglire i semi e conservarli da secchi, non sono molto conservabili a differenza delle zucche tradizionali
Chi vuole provare questa coltura non esiti a scrivermi per ricevere i semi il mio indirizzo lo trovate nella lista dei semi del blog.

6 commenti:

  1. Ciao Moreno,

    scusa se ho dovuto ridurre il formato delle foto (erano troppo "pesanti"), Roberta non ha colpa! Grazie per il contributo, è uno spettacolo vedere cosa ottieni nel tuo orto! Complimenti!

    Conserva per me qualche seme della Styria, grazie!

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angelo!quando vuoi mandami il tuo indirizzo così ti spedisco i semi

      Elimina
  2. Quante zucche, che invidia!
    Io ti consiglio di lasciarle maturare di più, finché non vengono color giallo aranciato.
    Infatti ne ho avute solo tre, ma la più grande (e non era la più matura) è perfetta ancora adesso.
    Durano molto di più: non avrai problemi ad accontentare le nipotine, e le galline avranno di che pasteggiare per tutto l'inverno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono daccordo con Claudia, la zucca della stirya si conserva benissimo, l'unico problema è che i semi potrebbero germinare all'interno della zucca e questo, se per le altre zucche non è un problema, per le zucche da semi non va bene.
      Io le mie le ho aperte tutte 15 giorni fa', ho trovato solo 4-5 semi germinati, le zucche erano ancora perfette.

      Elimina
  3. ciao Moreno,
    complimenti per il post, mi hai fatto venire la curiosità e la voglia di provare questa zucca :) puoi tenermi qualche seme da parte? poi ci sentiamo via mail. Tu hai già consumato i semi? hanno lo stesso sapore dei semi delle altre zucche?
    grazie mille!
    Max

    RispondiElimina
  4. Ci sono semi anche per te Max! Il sapore è come gli altri semi di zucca, anzi forse meglio!! Sia crudi che leggermente passati al forno... Tu avanzi già qualche altro seme da me se non mi sbaglio, comunque ci sentiremo via mail.

    RispondiElimina