mercoledì 4 febbraio 2009

Patate in autunno - inverno

di Paolo Basso

Da parecchi anni coltivo le patate nel periodo autunnale, per avere patate novelle per Natale. A volte si trattava di patate rimaste nella terra dal raccolto estivo e che germogliavano con le pioggie di fine estate, a volte facevo qualche solco con patate che stavano germogliando nelle cassette, ma mai con una coltivazione specifica.
Quest'anno (il 2008 era l'anno internazionale della patata) ho deciso di piantarne parecchi solchi dove avevo appena tolto le piante di pomodoro e dove quindi avevo già concimato a suo tempo con “concime caprette”.
La semina è stata a fine settembre, quando erano cadute le prme piogge dopo quasi tre mesi di siccità. Inizialmente ho dovuto annaffiare lo stesso per tutto ottobre, pioveva pochissimo e io dovevo far vegetare le piante e recuperare il tempo perduto per la siccità. Per fortuna a novembre di pioggia ne è venuta molto, anche troppa visto che ovviamente c'era poco sole.
Poi nonostante la tramontana fredda e i soli 3° di fine novembre, a dicembre avevo delle belle piante che non accennavano a ingiallire.



Ovviamente per Natale non ho raccolto come previsto, poi altra tramontana fredda e minima di soli 2° e verso la metà di gennaio ho raccolto i primi due solchi visto che le piante stavano diventando gialle e coricate dal vento.
Il raccolto completo l'ho fatto a fine gennaio, la maggior parte dei tuberi è sopra i 100 gr, qualcuna anche di 250 gr. come varietà è l'olandese Desirée, come semenza ho usato le patate medio-piccole del mio raccolto estivo, tenute all'aperto per germogliare.



Ora oltre al raccolto per la cucina (questo della foto), ho una cassetta di patate medio-piccole per la prossima semina e che terrò all'aperto, mentre quelle da consumo vanno in cantina.
Oggi, 4 febbraio, ho seminato 4 solchi con le ultime patate del raccolto estivo, ormai grinzose e piene di germogli... vediamo cosa ne esce.

Aggiornamento del 8 aprile
Le patate che ho seminato il 4 febbraio le ho messe in solchi ben fondi, appena coperte di terra ma poichè i germogli già lunghi uscivano dal terreno, ho riempito i solchi con erba secca. Quando le piante hanno iniziato ad uscire le ho ben rincalzate con la terra del solco e questo è il risultato dopo due mesi, un febbraio abbastanza freddo ed un marzo alternante.



Ora sto raccogliendo le fave dalle piante che si vedono dietro e presto toglierò la prima fila per dar spazio alle patate.

Non credevo di avere un buon risultato visto che le patate seminate erano quasi secche, poi i primi giorni un tasso me le scavava di notte, probabilmente alla ricerca di lombrichi sotto lo strato di erba secca.

Nessun commento:

Posta un commento