venerdì 15 gennaio 2010

Kiwano

Il Kiwano (Cucumis metuliferus)
di Paolo Basso


Una cucurbitacea strana, il Kiwano, quando sono maturi ricordano il carapace di un'aragosta, irto di spine. Originario del Sud Africa, viene coltivato sopratutto in Nuova Zelanda e da qui esportato.

La pianta è simile a quella dei cetrioli, la crescita è molto vigorosa e per evitare che faccia tante foglie e pochi frutti conviene non concimare e annaffiare troppo.
Come esposizione preferisce non essere troppo al sole, l'ideale è farlo crescere contro un muro o su una rete di recinzione.




Frutti maturi



Fiore maschile



Fiore femminile

I frutti difficilmente giungono a maturazione sulla pianta, data la brevità della stagione, ma maturano lentamente tenuti in una cassetta.

Il consumo è esclusivamente come succo, si tagliano a metà e si svuota la polpa con i semi, si frulla e si filtra. Il succo non è male, diciamo che c'è di meglio, però è l'ideale per stupire gli ospiti, facendo vedere il frutto da cui deriva. E poi la questione gusto è sempre una cosa soggettiva, negli USA hanno un loro mercato.

Comunque dal punto di vista nutrizionale non è male, molta vitamina C, quattro volte gli agrumi, calcio e potassio, poche calorie e dissetante.

Conviene fare le piantine in vasetto, a marzo in ambiente riparato come per meloni e cetrioli, per sfruttare al meglio la stagione calda. Comunque un anno mi sono nate delle piante dove avevo gettato dei pezzi di frutto e sono arrivate lo stesso a maturazione.

http://www.ricetteecooking.com/view.php/id_830/lingua_0/whoisit_1

2 commenti:

  1. Non sapevo che si poesse bere solo il succo! Hai provato a mangiarne la polpa senza frullarla e filtrarla?
    Puoi darmi qualche informazione riguardo a consociazioni favorevoli tra questa ed altre piante? Quest'anno lo coltiverò nell'orto sinergico e mi sto domandando a chi sarà messo vicino.

    RispondiElimina
  2. Ti rispondo io per ovvia ragione...

    E' ovvio che non hai mai coltivato il kiwano altrimenti non penseresti ad altro utilizzo dei frutti, la polpa è pochissima al contrario dei semi, centinaia... Da buona cucumis gradisce la vicinanza di una leguminosa, magari rampicante.

    Angelo

    RispondiElimina