giovedì 4 febbraio 2010

Puntarelle al Nord

Ho raccolto le “puntarelle” al Nord
di luigi.fede@hotmail.it

.... nel mio orto a 20 Km a sud di Verona.
 
Il clima è caratterizzato da estati torride e umide ma Inverni rigidi. La temperatura  già con i primi giorni di Novembre potrebbe raggiungere lo zero in qualche ancora rara ma possibile nottata.
 
Ad Aprile 2009 ho acquistato una bustina di semi Cicoria puntarelle di Galatina.  Non ho seguito le istruzioni che consigliavano la semina in piena terra.
 
 
 
Ad aprile ho seminato in semenzaio protetto (una vaschetta di alluminio per alimenti con una ventina di bicchierini di plastica,una piantina per ogni bicchiere, il tutto infilato in un capiente sacchetto in nylon trasparente).
In seguito agli inizi di Luglio ho trapiantato le piantine. La foto  sotto è stata fatta 40 giorni dopo, attorno a metà Agosto circa.


 
A metà Ottobre ho iniziato a raccogliere:


 
Il 4 Novembre ho protetto la catalogna con del nylon sostenuto da archetti in tubo da idraulico. Operazione che ho giudicato opportuna per proteggere le piante da possibili eccessivi abbassamenti di temperatura durante la notte, ma non indispensabile!!!




Nelle notti che si preannunciavano più fredde un mio amico ha protetto le file di Cicoria con dei semplici teli di “feltro” sintetico per agricoltura (reperibile anche nei Vari centri per orticoltori), e ha ottenuto ottimi risultati anche dopo la nevicata di fine anno 09.
 
Nel mio orto le puntarelle sono comparse diligentemente in modo scalare e il 5 dicembre con l’aiuto e la meraviglia degli amici, ho degustato con loro, le ultime due piante.
 
 
Interessante notare che alcune piante con il cespo di puntarelle reciso a suo tempo da un coltello, hanno dato una seconda raccolta.


 
A chi ama l’orto, questa verdura e abita al Nord, consiglio vivamente di coltivarla, con la sola esortazione di anticipare la semina e il trapianto rispetto a quanto genericamente consigliato ed ancora, prestare attenzione alle previsioni metereologiche. La semplice attenzione che richiede questa coltivazione sarà vivamente ricompensata da bei momenti di gioia e soddisfazione che ne scaturiranno con la comparsa dei “germogli” su ogni pianta.


2 commenti:

  1. Gentile Luigi, Relativamente all'articolo sulla semina delle puntarelle, Desidererei sapere il sacchetto in nylon, è un sacchetto di plastica comune? Grazie, Arnaldo Spicacci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Arnaldo,

      Luigi si eclissò poco tempo dopo la pubblicazione del post, non credo ti risponderà. Comunque il sacchetto in nylon è una normalissima busta trasparente.

      Angelo

      Elimina