domenica 5 luglio 2020

SALVIA POMIFERA


Salvia pomifera 

di Angelo Passalacqua 


Ultima arrivata, almeno per ora, tra le salvie che coltivo, grazie alla generosità dell'amico Gianni, la migliore piantina che aveva la dona a me. 




Le tre foto sopra risalgono al 22 Maggio, Gianni assieme alla piantina mi parlò anche delle particolarità di questa salvia, da subito però mi colpì l'intenso profumo emanato al semplice contatto, il più forte tra tutte le salvie che coltivo! 

La ricerca di notizie via via mi porta a piacevoli sorprese, all'utilizzo della pianta in Grecia in un té molto apprezzato, a Creta e molte altre isole, ad esempio qui a Citera. Altre notizie in lingua italiana in questo interessante scritto, in lingua inglese molte notizie utili effettuando la ricerca alla voce Apple Sage, "Salvia Mela". 




A fine Maggio la piantina era in piena terra, le foto sono del giorno 7 Giugno, il trapianto è andato a buon fine, a giudicare dai nuovi getti basali in crescita. 

Altre notizie da varie fonti in lingua inglese qui, qui e qui



Le foto scattate oggi, 5 Luglio. Notizie ulteriori qui, qui in lingua greca e qui in un vecchio libro, mentre in questo forum è presente una foto con i "pomi"


Ho preso la foto e, ingrandendola, sono evidenti le galle dovute alle punture di insetto, che creano i "pomi.mele" per la risposta della pianta di salvia. 

Non so se l'insetto sia presente qui in Puglia e verranno, prima o poi, i pomi ma lo spero vivamente! 

4 commenti:

  1. Una pianta curiosa,saluti OLga

    RispondiElimina
  2. Che bella! Io la preferirei senza "pomi" piuttosto che saperla punzecchiata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, in effetti potremmo fare a meno dei pomi, c'è anche il rischio che all'interno di essi ci sia l'inquilino!

      Elimina