mercoledì 29 ottobre 2008

Aglio Elefante

di Angelo Passalacqua


Non intendo parlare nè di modo coltivativo dell'aglio, nè delle virtù farmacologiche e culinarie. Sono certo si trovino in abbondanza scritti al riguardo. Le immagini vi mostrano le varietà che coltivo. La Famiglia delle Liliacee comprende molte specie, i vari allium (aglio, porro, cipolle) ma anche il giglio (da lilium, che dà nome alla Famiglia) e l'asfodelo...

L'aglio Elefante, l'inglese Elephant Garlic, in botanica è classificato come un porro che si comporta da aglio, con produzione di bulbilli separati di grandi dimensioni. Molto vicino ad esso si pone l'aglio gigante, la mutazione spontanea dell'allium ampeloprasum, il porraccio. Per esperienza diretta, posso dire che l'aglio Elefante ha odore e sapore tipico... da aglio!




In alto, Elefante. Sotto, da sinistra rosso Sulmona, rosa francese, bianco comune.

L'aglio bianco è quello comunemente coltivato nella mia zona, quello rosa viene dalla Francia, quello rosso è l'aglio di Sulmona, gradito dono di Elvira, che ringrazio. Tornando all'aglio Elefante, le dimensioni generose potete vederle tutti, per ogni bulbillo il peso medio è di 60 grammi, come quelli in foto.



Da sinistra, aglio rosso di Sulmona, aglio rosa francese, aglio bianco comune.



Per finire, allium ampeloprasum

6 commenti:

  1. Un'informazione: ne ho seminato a febbraio qualche spicchio hanno fiorito tutti, ho un pò chiesto in giro e mi è stato detto che per gli agli giganti è normale.....vi risulta?
    Mi conviene togliere il fiore e fare finire la maturazione o lascio tutto così fino a pianta completamente secca?

    Grazie

    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fioritura è fenomeno normale, va tutto bene! Non eliminare fiore e "tallo", lascia completare il ciclo coltivativo e... Buon raccolto!

      Angelo

      Elimina
  2. In quanto curioso ne ho raccolto uno e ho notato che vicino alle radici ci sono dei piccoli bulbi come ho visto nel post dell'aglio maschio. Si possono usare per riprodurre questa specie?

    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, i piccoli bulbilli sono fertili, puoi riseminarli a Settembre, meglio in contenitore singolo e poi trapianto in piena terra.

      Angelo

      Elimina
  3. Dove posso trovare adesso l'Aglio Elefante?
    E' tardi?
    Renzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Renzo,
      è tardi per l'impianto dei bulbi di aglio, qui in Puglia lo si fa a fine Ottobre.

      Se volessi acquistare i bulbi, ci sono parecchie ditte sementiere che li vendono (a costo abbastanza "salato"!), le trovi agevolmente in rete. Oppure torna a richiederli qui al tempo giusto!

      Angelo

      Elimina