sabato 2 luglio 2011

Amarene e ciliegie

AMARENE E CILIEGE
di Angelo Passalacqua



Qualche foto per le varietà tardive di ciliegia, assieme alla cugina amarena.



A sinistra la grossa Ferrovia, a destra la Capo di serpe



Evidente il perché della denominazione, il frutto non è di forma arrotondata ma schiacciata e triangolare, simile appunto ad una testa di rettile.





Da sinistra, coi relativi nòccioli, Ferrovia, Capo di serpe e la minuscola Amarena selvatica. La selvatica amarena, prunus cerasus, padrona degli incolti dove non disturbata dall'uomo si riproduce bene dal seme, una volta era usata come portainnesto per le ciliege, pratica abbandonata per la caratteristica invadenza pollonante.



Piccola ma con un sapore inarrivabile, al naturale o in marmellata e succo da conservare.



Come per le ciliege ho innestato sul Santa Lucia, il portamento dell'amareno è diverso dal ciliegio, i rami sottili, lunghi e ricadenti verso il basso e l'aspetto è cespuglioso, ovvio che la potatura deve rispettare  le caratteristiche e non cercare di snaturarle.

Nessun commento:

Posta un commento