sabato 18 febbraio 2012

Carciofo selvatico

di Angelo Passalacqua



A vederlo così riesce difficile pensare che abbia dato origine a tutte le varietà di carciofi che conosciamo oggi, irto di spine come si presenta mangiarlo è inimmaginabile...


http://www.actaplantarum.org/floraitaliae/viewtopic.php?t=6792



Spesso viene chiamato carciofo selvatico il fiore del cardo mariano ma come vedete sono diversi.


http://www.tanogabo.it/Cynara.htm



La piccola coccinella è al sicuro, protetta da temibili spine che vedete in primo piano.




Della pianta si mangiano le coste fogliari crude, come per il mariano, levando con cura le spine, o cuocendole. I capolini sono una bontà mangiati subito o conservati sott'olio.


http://www.youtube.com/watch?v=yA20FI-RWrM


Uso molto antico vede il carciofo selvatico come caglio vegetale



http://www.presidislowfood.it/ita/dettaglio.lasso?cod=291

14 commenti:

  1. che bello vedere che il blog va avanti, un abbraccio angelo!
    filippo

    RispondiElimina
  2. Vero, una vera e splendida sorpresa trovare un nuovo post!
    Grazie Angelo, un abbraccio da Roma!

    RispondiElimina
  3. Ricambio gli abbracci, grazie per l'apprezzamento!

    Angelo

    RispondiElimina
  4. Quante se ne imparano su questo blog! Bravo Angelo, un abbraccio anche da parte mia, ciao

    angelo

    RispondiElimina
  5. Che belli questi carciofi selvatici. Io sono già fin troppo contenta che si sia salvata la mia pianta di carciofo, che da anni sopravvive a stento sia al caldo che al freddo. Proverò quest'anno il cardo scozzese.

    Grazie Angelo per avere continuato questo blog. Spero che sapremo aiutarti, per essere ancora amici dell'orto, insieme a te e uniti dal ricordo di Paolo e del suo amore per il coltivare.

    RispondiElimina
  6. ciao Angelo, mi fa molto piacere vedere questo nuovo articolo. Io leggo sempre questo blog, anche se non faccio commenti, e perderlo mi dispiacerebbe tantissimo. Anche se capisco il tuo dolore, ci siamo rimasti male tutti noi che Paolo non lo conoscevamo personalmente, immagino come starai tu, ma penso che continuare il suo blog possa essere per lui il regalo più bello, anche perchè interrompere questo e rifarne un altro non ha senso, un blog che non viene aggiornato dopo un pò non lo guarda più nessuno.
    Ti abbraccio e ti peso tanto Cristiana

    RispondiElimina
  7. Mi chiedevate tutti di continuare, potevo restare sordo? Cercherò di fare del mio meglio ma conto sul vostro aiuto perché sia sempre il blog degli "Amici dell'orto"!

    Grazie a tutti
    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un sentito ringraziamento. Fa bene al cuore risentirti

      Elimina
  8. Grande Angelo, sei il nostro mito!!

    RispondiElimina
  9. Grazie Angelo per aver scelto di continuare!!!
    Penso sia il modo migliore per continuare lo sforzo di Paolo che sarà di sicuro fiero di te!
    Continuiamo a seguirti!
    Francesco

    RispondiElimina
  10. grazie Angelo, è un grande blog. Grazie
    paolo Brianza

    RispondiElimina
  11. Buonasera Angelo, visto che da due giorni tento di mandare un messaggio sul post del carciofo selvatico e chissà perché non ci riesco te lo dico qui:

    Bentornato Angelo, siamo contenti di poterti ancora leggere e dirti che siamo pronti quando ce ne sarà bisogno.

    Mi farò risentire nei prossimi giorni quando avrò deciso quali semi chiederti e ti manderò anche la foto delle foglie della patata americana bianca, come avevo promesso a Claudia, così se vorrai, la potrai mettere nel blog.

    Spero che tutti quei bei messaggi pubblicati ti abbiano aiutato a rendere meno triste questo momento, ti auguro buon lavoro e a risentirci, ciao Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Franca,
      mi spiace per l'inconveniente tecnico, non ho trovato traccia di tuoi messaggi. Magari sbagli qualche passaggio di percorso...

      Attendo la tua mail, nessun problema per i semi e la foto.

      Ti ringrazio per gli auguri e per la disponibilità!

      A presto
      Angelo

      Elimina