giovedì 18 ottobre 2012

PAINTED SERPENT o Striped Armenian

Cucumis melo var. flexuosus
di Alon - alias Amaqeq  (da Israele)

Ciao a tutti e complimenti per il vostro interessantissimo blog, un esempio di come un piccolo gruppo di persone, che si dedica con conoscenza e desiderio di condivisione, può fare la differenza.

Riguardo al Carosello, il vostro blog è l'unico in cui sia riuscito a trovare informazioni significative (Grazie ad Angelo e a tutti gli altri, per tutti gli sforzi di condividere e di mantenere il blog in funzione).

Nel caso specifico mi riferisco alla conservazione di questa varietà non molto conosciuta e non giustamente apprezzata, ma che ha tante caratteristiche molto desiderabili:
  • grande gusto;
  • bella presenza;
  • bassa manutenzione;
  • consumo di pochissima acqua.
Per bassa manutenzione intendo la resilienza e la tolleranza verso parassiti e malattie, con l'esclusione di uso di pesticidi e funghicidi e con risparmio di acqua preziosa.

Pomodori e cetrioli non devono mai mancare nel mio orto

INTRODUZIONE
Il mio terreno è composto di argilla pesante. Dovrebbe essere mantenuto ed irrigato con acqua a sufficienza in modo da poter far crescere qualsiasi pianta con apparato radicale superficiale.

Il suolo argilloso "lavora" costantemente espandendosi quando è bagnato e ritraendosi quando è asciutto.
Durante l'inverno non è praticabile; il trattore, sul bagnato scivola e rimane bloccato immediatamente ed in profondità.

Anche gli attrezzi manuali non aiutano in inverno, quando il terreno diventa una massa appiccicosa.

In primavera, quando la terra inizia ad asciugare, il suo volume diminuisce significativamente e si inizia a formare la crosta soprastante che indurisce e alla fine spacca.
Le crepe diventano più profonde delle radici delle colture stagionali, lacerandole e ventilando il terreno fino a tramutare la terra secca in pietra dura.
Queste crepe impediscono una irrigazione regolare, poiché l'acqua, scorrendo per le crepe, passa attraverso il terreno e si posiziona al di sotto delle radici.
Esiste tuttavia un arco temporale durante la primavera, quando il suolo non è né molle, né duro. In questo periodo è possibile lavorare con gli strumenti manuali per circa due/tre settimane, dopo di che il terreno può essere solo lavorato con mezzi meccanici, poiché la forza applicata dal corpo non è sufficiente.

Quando è asciutto, le crepe arrivano in profondità e le zolle sono molto difficili da rompere

GIARDINO RICREATIVO
(fatto a mano, in contapposizione alle colture di campo eseguite con il trattore)

La maggior parte dei meloni collabora con la natura argillosa del suolo e con il clima caldo, producendo un buono e gustoso raccolto.
Quando il terreno non è più appiccicoso e prima che diventi troppo duro, stendo una corda per conrtrassegnare le linee rette da seguire per l'impianto futuro.
Con l'aiuto del forcone, il terreno viene sollevato e capovolto lungo la corda per una profondità di 25 cm.
Uno o due giorni dopo, quando il terreno si è asciugato un po', metto gusci d'uovo, letame di gallina e stallatico invecchiati e compost di corteccia. Questi additivi contribuiranno ad allegerire un po' il terreno e a fornire nutrimento. Poi di nuovo, con l'aiuto del forcone, questi composti verranno mischiati al terreno.

Fisso la linea di irrigazione a goccia a 20 cm parallelamente alla linea dell'impianto futuro. La linea viene ricoperta da un foglio di plastica trasparente largo un metro, per qualche settimana, prima di piantare.

Occasionalmente, le linee, così coperte vengono innaffiate a goccia, in modo da mantenere il suolo, sotto il telo, umido e per incrementare la conducibilità di calore che accelera l'integrazione delle sostanze nutrienti aggiunte ed elimina i semi dell'erbaccia. Si mette in atto anche una parziale disinfezione del terreno (anche se ci vorrebbe più tempo per farlo bene, ma un compromesso è necessario in quanto il tempo a disposizione è poco).

Nel momento di impiantare, verranno fatti dei piccoli fori sul foglio di plastica, a distanza adeguata per il
monitoraggio del raccolto e per la distribuzione del concime liquido fatto di foglie di erba medica e consolida fermentata.
Il foglio di plastica lo lascio in sede per prevenire le perdite di acqua attraverso l'evaporazione ed è coperto per ombreggiare il suolo.

Dopo l'impianto, la perdita di acqua è relativamente bassa, non ci sono erbacce, soltanto poca manutenzione è necessaria

PAINTED SERPENT - serpente dipinto       STRIPED ARMENIAN - armeno striato

Il cetriolo armeno striato è il fratello dell'Armeno verde chiaro e Armeno verde scuro.
Insieme formano i tre moschettieri della confraternita dei tortarelli e i rivali della dinastia dei dominanti cetrioli lunghi greenhouse.
Anche se non ho avuto la possibilità di coltivare i caroselli costoluti, le foto di Angelo mostrano una certa somiglianza con le striature dell'armeno.
Il Painted serpent, come anche i caroselli costoluti, ha un aspetto striato molto bello.


Anche verso la fine della stagione il Painted serpent mantiene le proporzioni lunghe e sottili

Il melone-cetriolo più lungo è conosciuto anche come:
- Tortarello
- Armeno
- Serpente
- Metki

e a volte ci si riferisce a loro, nei cataloghi dei semi, come Meloni, altre volte come Cetrioli o Melone-Cetriolo.

L'Armeno verde chiaro è relativamente comune, mentre gli altri due sono più rari da trovare.


Portulaca, pomodori, cetrioli, Jalapeno, altri peperoni, cetrioli melone (ingredienti per una insalata fresca)

IL FRUTTO
L'Armeno striato è il più lungo dei tre, è anche il più snello. La sua pelle contiene invisibili morbidi peli che non possono essere notati al tatto.
Di seguito un breve confronto sulle caratteristiche dei frutti.

Al tatto
- Verde chiaro: duro, liscio, quasi vellutato, piacevole al tocco;
- Verde scuro: duro, morbido come setola;
- Striato: mediamente duro, liscio, leggermente gommoso, molto piacevole al tatto.

Al morso
- Verde chiaro: duro, croccante;
- Verde scuro: croccante con nucleo più morbido;
- Striato: croccante, ancora più facile da masticare rispetto agli altri due.

Colore interno
- Verde chiaro: chiaro
- Verde scuro: scuro
- Striato: più scuro


La cavità dei semi dell'armeno striato inizia a svilupparsi un po' più tardi che negli altri due. Ha una croccantezza quasi uniforme fino al nucleo ed ha anche meno tendenza a sviluppare spazi vuoti all'interno del frutto.
Per i miei gusti, l'armeno striato è il più gustoso dei tre; è croccante e facile da masticare. Il colore è più scuro all'interno, può crescere più lungo degli altri due, rimanendo relativamente snello e senza sviluppare semi.
Se lasciato maturare, il sapore assomiglia a quello dei meloni, ma meno dolce, di gusto molto delicato e per niente acido.

Relativamente lungo rispetto agli altri, aroma di melone, non troppo dolce, piacevole per i diabetici

Comunque non voglio dire che lo striato sia da preferire agli altri; tutti e tre si completano gli uni con gli altri e possono dividere la stessa ciotola dell'insalata, aggiungendo ognuno qualcosa di diverso.
Come prova di questa diversità, ognuno qui preferisce uno dei tre, adducendo la propria ragione, tra quelle descritte in precedenza.


LA PIANTA
C'è differenza nel portamento della pianta rispetto alle altre due.

Alla fine della stagione le piante stanno andando bene
la robusta base
L'armeno striato è tardivo ed inizia a mostrare i primi fiori femminili alcune settimane dopo i suoi fratelli.
All'inizio è molto avaro a produrre i frutti, non più di due o tre frutti per pianta; poi inizia a produrre ad ondate successive. Ad ogni nuova ondata i primi due fiori femminili impollinati matureranno, mentre i restanti cresceranno un po',  poi ingialliranno e cadranno.
Il tempo che passa tra un'ondata produttiva e l'altra può essere più lungo di una settimana all'inizio, ma più la pianta cresce e più questo tempo si accorcia considerevolmente.

Fiore femminile

crescerà?

Non crescerà! La testa gialla è il segno che non va avanti e che dovrebbe essere tolta.

I due più vecchi cresceranno ancora

Un'altra caratteristica distintiva per la pianta è la sua consistenza riguardo alla forma ed alla dimensione del frutto durante l'intera stagione.

In questo momento cambia il suo carattere, da avaro a generoso.
Mentre i suoi fratelli iniziano a dare segno di fatica e riducono la lunghezza e la grandezza dei frutti e sono in procinto di produrre semi e di terminare la produzione, l'armeno striato appare regale iniziando a produrre meravigliosi frutti lunghi e sottili, concedenso alcuni giorni di tempo entro cui scegliere di raccoglierli, come se non avesse fretta di andare da nessuna parte.


Fine della stagione, la dimensione dell'armeno a strisce è relativamente ben mantenuta
Rispetto alle sue dimensioni, non produce molti semi da raccogliere dal frutto maturo, così io coltivo poche piante dell'armeno striato e le più belle e precoci sono lasciate esclusivamente per produrre semi.
Come pianta sembra un "tipo intelligente" che calcola ogni passo che deve compiere ed obbedisce alle sue regole, niente di casuale. Posso quasi sentirla pensare e calcolare, come una fabbrica con una linea di prodotti esclusivi e controllo di alta qualità.

Per quelli che amano i cetrioli armeni, posso caldamente consigliare di coltivarli in anticipo e di goderseli fino all'inverno.


20 commenti:

  1. Ciao Amaqeq, e complimenti per questo tuo variegato e interessante intervento sul blog, che non è ne nostro ne vostro, ma di tutti quelli che lo frequentano, e che ora, con la tua partecipazione "israeliana" , si apre all'internazionalità extraeuropea.
    Mi ha rallegrato leggere del tuo terreno argilloso e pesante, e della fatica e della furbizia che devi mettere per coltivarlo, nel senso che ho capito quanto sono fortunato ad averne uno soffice e leggero, cosa che davo per scontato, come la buona salute quando la si ha.
    E tu potrai invece rallegrarti, mentre combatti con le tue dure zolle, sapendo che invece a me manca il caldo per coltivare caroselli e tortarelli e tutte quelle altre meraviglie che ci racconti, ma che ho comunque virtualmente gustato volentieri ...

    RispondiElimina
  2. Bellissime varietà e bellissimo racconto. Grazie per averti presentato questi ottimi Painted serpent.

    RispondiElimina
  3. Ciao Alon e grazie per aver contribuito ad arricchire il blog con le tue esperienze.
    È stato interessante leggere e tradurre il tuo scritto. Spero di aver interpretato al meglio quello che volevi dire.

    Il tuo clima è molto diverso dal nostro, soprattutto in inverno quando da noi fa molto freddo, mentre in Israele è una fresca primavera..... per non parlare del terreno di Orto delle Piane dove, 6 mesi all'anno, è sotto alla neve!

    Terreni argillosi esistono anche da noi.
    Anche il nostro caro Paolo (caprettetibetane) coltivava un terreno molto argilloso... ma è riuscito molto bene a trasformarlo, forse anche perché il suo clima era molto diverso.

    Queste sono alcune immagini del suo terreno argilloso:

    http://amicidellortodue.blogspot.it/2010/05/orto-ad-aprile.html
    http://amicidellortodue.blogspot.it/2010/07/orto-luglio.html
    http://amicidellortodue.blogspot.it/2011/07/orto-in-luglio.html

    Speriamo di riuscire ad onorare al meglio i semi che ci hai gentilmente inviato e che i semi che riceverai dal focoso terreno di Angelo facciano la loro bella figura anche in Israele!!

    Mi associo a "Orto delle Piane" quando dice di avere gustato, attraverso la tua descrizione, i frutti del tuo orto.

    Roberta

    RispondiElimina
  4. Il "cetriolo armeno" non è un cetriolo ma è il melone primigenio da cui sono discese tutte le varietà attuali tonde e zuccherine. Veramente affascinante. Avrei tantissime cose da dire a proposito ma aspetto di avere discusso la mia tesi di laurea.

    RispondiElimina
  5. Ciao Alon,
    grazie per questo splendido contributo, un grande regalo per noi tutti! La "cura" del terreno argilloso è l'unica giusta, fatta anno dopo anno renderà renderà i lavori sempre meno problematici e faticosi!

    Nelle belle foto si notano le differenze tra le varietà, ad iniziare dalle foglie. Io coltivo a secco ma lì da te è sicuramente più caldo ma non escludo che, tra qualche anno se la struttura del terreno sarà idonea, potresti fare a meno del poca acqua che usi ora!

    Giusta l'osservazione di Michele, i cetrioli armeni sono meloni (vedi i commenti ai miei post sui caroselli), "cocomeri o poponi".
    In bocca al lupo per la tesi, aspettiamo magari un bel post, quando hai tempo e voglia...
    Forse potranno esserti utili queste foto che metto in anteprima, seguirà un post, è l'anello di congiunzione tra i "cetrioli" armeni ed i meloni, il melone banana:

    http://i794.photobucket.com/albums/yy228/angelop_album/DSC03649.jpg

    http://i794.photobucket.com/albums/yy228/angelop_album/DSC03658.jpg

    http://i794.photobucket.com/albums/yy228/angelop_album/DSC03659.jpg

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow che bei meloni... aspetto con ansia questo post...
      enrico

      Elimina
    2. Quoto enrico!! E complimenti da Alon!

      Elimina
    3. complimenti per l'articolo interessante e completo!!!

      Elimina
  6. Hi to You all
    Thanks to Roberta work,editing and publishing that post
    (you did it excellently and very quick).
    Thank you Everyone for your welcoming and kind replies
    Although few of us can understand each other by mean of mechanic translation only
    (myself included)
    And although the weather across the Mediterranean sea bringing us different conditions
    We yet share common interest, which connects man and nature, in a way almost extinct from westerners life.
    The land where I’m cultivating recreation garden for fruits and vegetables
    Was under water during winters, until two years ago
    It is a long lasting personal project, A bit separated from the rest of the land which is used to grow seasonal crops for cattle feed
    At first, proper drainage was dug, Than about 100 cubic meters of soil were
    carried by Wheelbarrow from the higher locations in the field to that place,
    Although it could have been easier to do by tractor, the point was to meet the land personally, face to face.
    Every year the percentage of organic matter in the soil is raising,
    But it will take few more years until it will be noticeable.
    Sometimes I tend to envy fields featuring lighter soil,
    But mostly I’m grateful, everyone has its soil and weather to deal with,
    The challenge only makes it more personal and give a joyful aftertaste

    Cucumbers do not grow well here unless covered by shading net, and given lots of water.
    The weather and proximity to other farmers, bring spider mites, aphids, Whiteflies
    And all the rest, (not appreciated by cucumbers)
    Above all, in that weather The cucumbers tend to get bitter
    Even the ones who suppose to be always sweet
    That is the reason why melons like Armenian cucumber where such a good choice
    And that was also my motivation to search and find your Blog

    The original English title under the opening photo was:
    “Tomato and melon, the must have for my garden.”

    Although It is referred to as armenian cucumber by name,
    I have never suggested it was a cucumber
    The main objective of that article in the first place, Was to share how well melons are doing battling the weather, and confronting the soil
    It is Mentioned in several places throughout the English article
    but it fell casualty for translation, (sorry for that)
    You will have to forgive me for such inconveniences

    If no one has Painted Serpent seeds on your side, I’ll try to send few
    All those three types of Armenian Cucumbers(Again sorry, but that is how they are called in English) And also the rest of melon cucumbers I have grown
    Are very versatile, depending on the seeds origin.
    That is why A photo is taken from the plant and fruits
    So that others will know what to expect.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TRADUZIONE

      Ciao a tutti.
      e grazie a tutti voi per il benvenuto e le gentili risposte.

      Anche se alcuni di noi si comprendono a vicenda solo attraverso mezzi di traduzione meccanica (me compreso) e anche se il clima del Mar Mediterraneo ci porta diverse condizioni climatiche, condividiamo ancora un interesse comune, che collega l'uomo e la natura, in un modo quasi estinto dalla vita degli occidentali.

      La terra, dove sto coltivando il giardino ricreativo per frutti e ortaggi, è stata sotto l'acqua durante l'inverno, fino a due anni fa.
      È un progetto personale di lunga durata, un po' separato dal resto del terreno che utilizzo per le coltivazioni stagionali riservate all'alimentazione del bestiame.

      All'inizio ho scavato un sistema di drenaggio. Circa 100 metri cubi di terra sono stati portati con la carriola dalla posizione più alta del terreno in quello sottostante, anche se sarebbe stato più facile farlo con il trattore, ma il punto era quello di incontrare la terra personalmente, faccia a faccia.

      Ogni anno la percentuale di materia organica del suolo cresce, ma ci vorranno diversi anni per notare la differenza.
      Qualche volta sono tentato ad invidiare i campi con terreno più leggero, ma per lo più sono grato che ognuno ha il suo suolo ed il suo clima con cui avere a che fare.
      La sfida rende la cosa più personale e concede un retrogusto gioioso.

      I cetrioli non crescono bene qui, a meno che non vengano coperti da una rete ombreggiante e che non le venga data un sacco di acqua.
      Il clima e la vicinanza ad altri agricoltori contribuisce a portare acari, afidi e la mosca bianca e tutto il resto (non gradito ai cetrioli). Soprattutto, in questo clima, i cetrioli tendono a diventare amari, anche quelli che si pensa siano dolci.
      Questo è il motivo per cui i meloni, come i cetrioli armeni, sono stati una buona scelta e questa è stata anche la mia motivazione per cercare e trovare il vostro blog.

      Il titolo originale in inglese sotto la foto di apertura doveva essere: Pomodori e meloni, lo deve avere il mio orto"

      Anche se è indicato con il nome di cetriolo armeno, non ho mai suggerito che fosse un cetriolo.
      L'obiettivo principale per l'articolo, fin dall'inizio, era di condividere in quale modo positivo i meloni combattono contro il clima e si confrontano con la natura del suolo.
      È menzionato in molti articoli inglesi, ma è stato vittima della traduzione (mi dispiace per questo) e dovete perdonarmi per questo inconveniente.

      Se nessuno ha semi di Painted Serpent, proverò ad inviarne alcuni.
      Tutti questi tre tipi di cetriolo armeno (scusatemi di nuovo per la traduzione, ma è come vengono chiamati in inglese) ed anche il resto dei meloni-cetrioli sono molto versatili, a seconda dell'origine dei semi. Ecco perché una foto è presa dalla pianta e i frutti, in modo che gli altri sapranno cosa aspettarsi.

      Elimina
    2. Hi Alon,
      You have nothing to apoligize. Most of us are still inexperienced in the subject, apart some people.

      The translation is always a tricky thing that moves on the blade of a knife.
      We can say the same for the words, written on the blog or in e-mail, which haven't intonation nor character and can create misunderstandings.

      However, cucumbers or melons ... are always garden products to eat!! whether you call them in a way or in the other.

      It is wonderful the picture of the Earth and the man you gave to us; the struggle of man against the Earth to restore the balance that man has lost. The sad thing is that many people don't even know that they have lost it!!

      I'm curious to see what your recreational garden will say when it must accommodate the seeds from Apulia from Angelo's garden. I imagine a flight that connects two parts of the Mediterranean that look each others from East to West through the sea.

      THNAK YOU AGAIN TO YOU.

      -----------

      Ciao Alon, non hai nulla di che scusarti. Anche noi siamo ancora inesperti in materia, a parte alcuni.
      La traduzione è sempre una cosa complicata che si muove sulla lama di un coltello. Lo stesso si può dire per le parole, scitte sul blog o via e-mail, che non hanno intonazione né carattere e possono creare incomprensioni.

      Comunque, cetrioli o meloni... sono sempre prodotti dell'orto da mangiare!! sia che li chiami in un modo che nell'altro.

      È molto bella l'immagine che dai della terra e dell'uomo; la lotta dell'uomo contro la terra per ripristinare l'equilibrio che l'uomo ha perso. La cosa triste è che molti non sanno neanche di averlo perso!!

      Sono curiosa di vedere cosa dirà il tuo orto ricreativo quando dovrà accogliere i semi dalla Puglia dell'orto di Angelo. Voglio immaginare un volo che unisce due parti del Mediterraneo che si guardano da est ad ovest attraveso il mare.

      Roberta

      Elimina
  7. rimango sorpreso da queste nuove varietà,sorpreso ed affascinato.
    nel post che scrivi c'è la piena simbiosi che corre tra l'uomo e il proprio terreno coltivato, sembrava quasi di essere li con te.
    grazie amaquq per questa lezione di vita.
    ora incuriosito provo a trovare qualche cetriolo armeno al mercato etnico dell'esquilino cercando di recuperare qualche seme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Costruttore59
      come sperato, ecco la grande sorpresa dal nostro amico di Israele...
      per i semi (non però dell'armeno) guarda la mia risposta alla fine della pagina "cerco offro semi" ... forse ti è sfuggita.

      Per la passegiata a Piazza Vittorio ipotizzo: Se viene usato come un cetriolo non dovrebbe essere venduto con i semi; se viene usato come un melone, si potrebbe trovare maturo con i semi. Facci sapere se ne esce qualcosa.

      Elimina
  8. Da parte di Jay Tracy:

    TRADUZIONE:

    Caro Alon,

    Sono molto contento che tu stia giungendo ai miei stessi precisi risultati a proposito del Painted Serpent.

    Con ognuno di questi cetrioli-meloni sono giunto alle stesse conclusioni per quanto riguarda i cicli di crescita, il gusto e la consistenza. Mi sono davvero piaciuti i confronti che hai fatto fra tutte e tre le varietà di cetriolo Armeno. Amo in maniera particolare questi cetrioli-meloni.

    È molto importante sapere che queste varietà dovrebbero essere coltivate isolate se l’ortolano vuole preservarne la purezza. Una delle aziende sementiere mie preferite, dalla quale compravo inizialmente i semi di Painted Serpent, ha in seguito cominciato a vendere una varietà incrociata che era il risultato di un incrocio del Tortarello Verde Barese con il Painted Serpent e lo ha appunto chiamato “Painted Serpent” (nonostante la nuova varietà fosse un incrocio tra il Tortarello Verde Barese e lo stesso Painted Serpent [probabilmente un nome nuovo sarebbe stato meglio!).

    È importante che ogni singolo ortolano faccia del proprio meglio per mantenere pure le varietà orticole rare e preziose. Solo così non li perderemo per sempre.

    Può darsi che il Painted Serpent non sia produttivo quanto le altre varietà Armene, ma ad una crescita lenta e ad una produzione limitata contrappone una certa resistenza alle malattie, bellezza e gusto!

    Ancora grazie per il tuo post!

    Distinti saluti
    Jay Tracy

    ------------------
    con il valido contributo per la traduzione di Giuseppe M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. RISPOSTA DI ANGELO - che si è cancellata per via di modifiche che ho effettuato arbitrariamente :-)

      angelop ha scritto:
      "Ringrazio Jay per il contributo e per avermi mandato tanti semi, tra cui il Painted Serpent, non ho potuto coltivarlo quest'anno ma non mancherà nel mio orto 2013!

      Quanto Jay scrive sui semi mi trova d'accordo, è importante che ogni ortolano abbia i "suoi", da preservare e conservare. Il suo lavoro sui meloni armeni e caroselli è preziosissimo, sembrerebbe eretico "salvare" semi del Vecchio Mondo ma non lo è!

      Guardate qui gli altri nostri Amici americani cosa hanno adottato:

      http://localrootsfarm.wordpress.com/2012/10/27/october-and-everything-after/

      Tra radicchi e cavoli toscani c'è anche lo Spigariello, un cavolo riccio antichissimo! E si stanno facendo i "loro" semi, per essere autosufficienti!

      Forse non conoscete questo ortolano molto particolare, approfittate, se avete un pò di tempo, per imparare qualcosina:

      http://www.seedsofchange.com/enewsletter/issue_63/farmer_interview_three.aspx

      http://www.youtube.com/watch?v=J3zg8jxpvzY

      http://vimeo.com/14191759

      Buonanotte,
      Angelo"

      Elimina
    2. Grazie Jay per il tuo contributo e grazie a Giuseppe per la sua pronta taduzione.

      @Jay
      If you prefer, you can write in english and publish it directly on the blog. We will translate it for you, as we do for Alon.

      Among other things, Alon will understand better what you'll write in English, instead of Italian translation.

      See you soon on the blog :-)
      Roberta

      Elimina
    3. Thank you so much Roberta. I will most likely respond in English in the future. I really hope to continue to work with the Tortarello, the Carosello and possibly some of the Asian cucumber melons in the future. They do so well in my hot climate that my gardening friends here in the Southwest United States are excited to grow them too!

      Elimina
    4. TRADUZIONE:

      "Grazie, molto probabilmente risponderò in inglese nel futuro.
      Spero proprio di continuare a lavorare con il Tortarello, il Carosello e possibilmente con alcuni cetrioli-meloni asiatici.
      Vanno così bene nel mio clima caldo che i miei amici ortolani, qui nel Sud Ovest degli Stati Uniti, sono entusiasti di coltivarli anche loro".

      Elimina