giovedì 15 novembre 2012

IL FRUTTETO ESOTICO DI GRAZIELLA

Marbella - Spagna

Queste sono alcune immagini del frutteto di Graziella, una nuova amica dell'orto che vive in Spagna a Marbella.
Il clima lì è particolarmente interessante, con tanto sole, calde estati e miti inverni.
Marbella è protetta dalla circostante catena montuosa della Sierra Blanca, ed ha un piacevole micro-clima durante tutto l'anno.
La temperatura media annuale è di 19ºC. Il sole splende per 320 giorni all'anno con soli 45 giorni di pioggia, principalmente durante l'inverno, da ottobre a marzo.

MANGO GIALLO NON INNESTATO


MANGO


MANGO E MELOGRANO


FEIJOIA


MELETTE SELVATICHE


MELE ROSSE




BANANO


PESCHE



MORE

PESCE E MORE

LITCI




GUAJAVA ROSSA


 Ringraziamo Graziella per queste meravigliosi immagini del suo rigoglioso e fiorente frutteto.
 ...che ci ha trasportati dentro ad un giardino botanico tropicale....

Lo stesso clima di Marbella lo possiamo trovare anche in Italia, nelle zone costiere del bacino meridionale del Mediterraneo.
Ad esempio, da qualche anno si coltivano banane nel sud della Sardegna ed in Sicilia con buoni risultati.

.... e per andare più a nord....
...... un piccolo ricordo del nostro Paolo (caprettetibetane)
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?t=3497

11 commenti:

  1. Ciao Graziella,
    ho diverse curiosità da chiederti.

    Come lo mangi il litchi?
    Il mango non innestato è nato da un seme che hai piantato tu? Come è il sapore?
    Il giardino è così rigoglioso che credo tu gli dia tanta acqua, vero?
    Hai avuto già modo di assaggiare le banane?

    Roberta

    RispondiElimina
  2. un paradiso...tutto veramente magnifico!
    pat

    RispondiElimina
  3. acc... tutto stupendo!!! e come deve essere buona quella frutta!!!

    RispondiElimina
  4. Un briciolo anzi un "briciolone" di invidia, buona però
    Magnifiche piante
    Noi di esotico abbiamo solo le banane che ci trasciniamo da una vecchia coltivazione siciliana i frutti sono piccoli ma squisiti tutto diverso il sapore di quelle che si comprano con il caro Paolo ne abbiamo parlato a suo tempo.
    Chi sa se con il clima selentino si possano coltivare alcune varietà fra quelle coltivate da Graziella?
    Liliana
    di quelle coltivate da Grazielle

    RispondiElimina
  5. "Sana" invidia anche per me, io di esotico non vado oltre un limone (niente serre!) e, da quest'anno, una dozzina di Sosa (solanum torvum)in vaso.

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angelo, sono un po' confusa.
      Ma il solanum torvum non è quello per fare gli innesti per le melanzane e pomodori, di cui mi hai mandato i semi? Oppure si mangiano anche le bacche che produce?

      Roberta

      Elimina
    2. Ciao Roberta,
      il s. torvum è il portainnesto per melanzane e pomodori, per realizzare il famoso albero delle melanzane:

      http://palermo.repubblica.it/multimedia/home/2522662/41/1

      Ho piante di torvum che ho seminato, spero di farle svernare in casa per innestare in primavera. Ho anche una pianta alta due metri in fiore, di solanum torvum espina (poco spinosa), chissà che non maturi i frutti, non commestibili però pieni di semi...

      Angelo

      Elimina
  6. Che frutteto meraviglioso!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  7. Piante splendide. Il litchi sono particolarmente belli e sapendo quanto sia permalosa la pianta, il risultato è tanto più notevole. Devono essere davvero in un'ottima posizione!

    RispondiElimina