lunedì 18 marzo 2013

GOJI

Lycium barbarum-Chinense

di Angelo Passalacqua


L'ennesima pianta che promette miracoli, un altra Solanacea, parente lontana di pomodoro e melanzana, si è fatta la fama di pianta panacea di ogni malattia, più o meno meritata...


  
http://www.seminiamoli.it/public/dettaglio.php?openMenu=4&id=93 

La piantina è, come sempre, frutto di un gradito scambio, l'ho messa in vaso capiente affinché crescesse e si irrobustisse prima di andare in piena terra, cosa che avverrà tra qualche giorno 


  
La crescita è stata sorprendente, fusti alti un metro e venti, la pianta ha portamento arbustivo e, contrariamente alle informazioni in mio possesso, è fiorita abbondantemente e fruttificato!



La fioritura è durata mesi, i frutti maturavano in continuazione con raccolta a scalare, li ho consumati freschi sia per la quantità esigua sia per prendere i minuscoli semi, il sapore non è eccezionale ma neanche così cattivo come ho letto nei giudizi in rete, a me sono piaciuti!

In piena terra sono sicuro che darà ancor più soddisfazione, ha sopportato temperature di -4° gradi senza nessun danno, Solanacea sì ma molto particolare!



   In piena terra le  piante sono cresciute tanto ed hanno prodotto abbondantemente, nella foto sopra ed in quella seguente compare il L. barbarum 


http://www.vivaiovitaverde.it/lyciumbarbarum.it/variety.html 

13 commenti:

  1. Giusto oggi ho prenotato una piantina di goji al mio fornitore, la voglio provare anch'io qui in montagna. Mi consola che abbia retto bene i tuoi -4 gradi, da me dovrà sopportare di peggio, ma confido che il grande masso che le ho riservato a protezione faccia da buon volano termico ...

    RispondiElimina
  2. Io ne ho interrata una a fine febbraio, l'ho comprata da un vivaio di Riva del Garda, prima di questa nevicata stava per risvegliarsi.
    Da notizie in rete è molto resistente al freddo, sino a -20, è nativa degli altopiani tibetani e le bacche disidratate vengono vendute a peso d'oro, ne ho assaggiate qualcuna, il sapore non è male, si possono mangiare, magari fresche sono più buone.
    Ho letto che in piena terra cresce sino a 3 mt.
    Per la moltiplicazione proverò con le talee oltre che con i semi.

    RispondiElimina
  3. Un altro dei miei fallimenti. Mi diedero molti semi, germinarono tutti, ma dopo pochi giorni le piccole piantine morirono. Prima o poi ci riproverò.

    RispondiElimina
  4. Fiquei encantada com essa planta e suas flores. Eu não conhecia. As fotos são belíssimas! Inscrivi-me em seu blog. Saudações, S.

    RispondiElimina
  5. Salve, quelle che si vedono nelle foto non sono Lycium Barbarum, ma Lycium Chinensis, la principale differeza sta nelle foglie: larghe quelle del Chinensis strette e lunghe quelle del Barbarum, oltre che nel gusto amaro tipo pomodoro chinensis, dolce Barbarum...
    Migliori informazioni qui....http://www.vivaiovitaverde.it/lyciumbarbarum.it/variety.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudio per la precisazione, che non sono in grado di sottoscrivere perché non me ne intendo abbastanza, ma che mi ha messo una pulce nell'orecchio riguardo le due piante che ho messo tre anni fa nei miei orti, che sin'ora sono sopravvissute al freddo dell'inverno, ma che non hanno ancora mai fruttificato.
      A primavera proverò a capire se sono barbarum o chinensis.
      Bello il link che hai messo, sembra proprio che chi l'ha scritto è appassionato e ben informato sull'argomento.

      Elimina
    2. Buonasera Claudio,
      giusta precisazione, infatti ho aggiunto due foto in fondo al post in cui appare il barbarum, oltre al tuo link.

      Grazie.
      Angelo

      Elimina
    3. Vorrei dire che il mio goji (credo barbarum visto le foglie strette) sopporta il freddo, qui da noi arriviamo anche a -15, tanti fiori niente frutti mentre dalla mia vicina tantissimi frutti.

      Elimina
    4. Ciao Giovanni, sarebbe interessante capire il perché di questa differenza di fruttificazione nello stesso clima.
      La tua pianta ha la stessa età di quella della tua vicina?
      Hai fatto una potatura di formazione della pianta atta a stimolare l'emissione di rami secondari?
      Io non l'ho fatta, e mi è cresciuto un unico astone alto tre metri, senza rami laterali, e senza frutti.
      Ma ho anche letto che il goji raggiunge la maturità in 4/5 anni, quindi forse il mio è ancora giovane per fruttificare ...

      Elimina
    5. Si, ci sono i rami secondari e come dicevo sopra danno molti fiori ed anche rigogiosi poi seccano i fiori e niente frutti. quello della vicina ha un anno più del mio ma sono tre anni che fruttifica.
      -Giovanni-

      Elimina
    6. I vivaisti consigliano di acquistarne almeno due, perché non tutte le piante sono autofertili. Non so se sia una strategia per venderne di più. La pianta della vicina è... vicina? a portata degli impollinatori?

      Elimina
    7. Si Claudia ci sono 20 metri di distanza

      -Giovanni-

      Elimina
  6. Mi sa che il mio è un "cinese", le poche bacche che produce hanno un retrogusto amaro come descritto nel link messo da Claudia, domani andrò a vedere come sono le foglie (se ce ne sono ancora).
    grazie

    RispondiElimina