mercoledì 14 settembre 2016

DOLICI MURGIANI / 2

Dolici di Santeramo / 2

di Angelo Passalacqua

Ennesima conferma della grande ricchezza di agro-biodiversità presente in Puglia, un altro dolico, conosciuto col nome di ripolo pugliese, coltivato per produrre fagiolini mangiatutto, gli apprezzatissimi occhipinti. Si differenzia dagli altri dolici per il portamento delle piante, non nane nè rampicanti, come i famosi metro o asparago, ma a "mezza rama", a cespuglio.


 Ho segnalato questo dolico agli amici del progetto Biodiverso, si è meritato un posto nel libro "Almanacco BiodiverSO", alla pagina 116 la scheda del fagiolino pinto mezza rama.


Riporto quanto scritto nei "risultati del Progetto BiodiverSO":

"La pianta, ad accrescimento indeterminato, presenta habitus di crescita eretto e tende a sollevarsi a media altezza, il fiore aperto è violetto con sfumature bianche, ma quando è chiuso appare di colore giallo. I baccelli sono stretti e lunghi, di media pezzatura, di colore verde con la punta viola. La produzione è nella norma. I semi presentano una forma ovoidale con tegumento liscio e di colore nero. L'IBBR del CNR di Bari ha caratterizzato questa varietà locale con marcatori SSR e SNP. Comune rappresentativo Santeramo in Colle."

  
Aggiungo all'esauriente scheda che il nome diallettale santeramo è "l'ecchie pint d nd'derr", traducibile con "l'occhio pinto a terra", le piante cespugliose si appoggiano sul terreno. La coltivazione va fatta "in seccagna", senza mai irrigare.


Cercando notizie su questo fagiolo sono arrivato a pagina 110 del libro "Aspromonte", scritto da un grande salvatore di piante, Orlando Sculli, che riferisce di un fagiolo "dòlica" coltivato da un solo contadino che gli donò l'ultimo baccello coi semi maturi poiché lui non li avrebbe più coltivati, a causa dell'età avanzata. "A Maggio mi accinsi a mettere a dimora i cinque semi recuperati, ma mi accorsi di averne solo due, di cui solo uno germogliò e mi produsse 57 semi. Sono gli unici o a Santa Eufemia qualcuno pianta ancora i fagioli dòlica coi fiori blu? "


Spero che la risposta alla domanda sia "sì", che quei 57 semi siano diventati migliaia! E ringraziare un grande "salvatore di piante", innamorato non corrisposto della terra di Calabria.  
  
  

6 commenti:

  1. Angelo una valutazione sull'aspetto culinario? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo!
      Gli occhipinti hanno un gusto più corposo, profumo erbaceo,molto più apprezzati dei comuni fagiolini, Ricette tradizionali li vedono protagonisti, una delle più conosciute è bucatini, occhipinti, salsa di pomodoro fresca e cacioricotta, una vera bontà!
      Ma anche semplicemente lessati in poca acqua, scolati e conditi con sale ed olio evo.

      Angelo

      Elimina
  2. Buongiorno Angelo. E possibile avere dei semi ? eventualmente uno scambio ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Carmen.

      Semi disponibili, inviami una email all'indirizzo: xxangelop_2009xx@libero.itxx (elimina tutte le xx antispam).

      Angelo

      Elimina
  3. Buonasera a tutti,ho appena scoperto questo glog e devo dire che è veramente interessante.
    Il mio obbiettivo, come agricoltore hobbysta, è quello di trovare delle specie resistenti, in modo tale da non dover usare trattamenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Alessio,
      benvenuto!

      Qui troverai quello che cerchi di sicuro!

      Angelo

      Elimina