sabato 20 marzo 2010

semina patate

Le patate, anno 2010
di Angelo Passalacqua



Il momento tanto atteso è arrivato, quest'anno ho potuto rispettare la tradizionale data, 19 Marzo, San Giuseppe. Le piogge sono cessate dando l'opportunità di fare i lavori al meglio

 

Ridotto di un terzo, l'orto senz'acqua è sempre grande a sufficienza per coltivare molte varietà di ortaggi. Sottolineo che il terreno non è stato fresato, pratica molto dannosa, ma ho utilizzato il motozappa coi rulli a fasce che staccano l'intera zolla senza rivoltarla.



Con l'ausilio di due pali ed il filo ho aperto una trincea con la zappa stretta che vedete appoggiata, la profondità è di quindici centimetri, le patate non vanno interrate profonde



Le file distano 1,30 metri tra loro perchè metterò al centro le file di pomodori, zucchini e tutto il resto, in maniera che, quando le patate verranno estirpate in Luglio, nell'orto non ci saranno spazi vuoti.



Le patate vanno appoggiate sul fondo, la profondita è di dieci centimetri circa, la posizione dei germogli non è importante, la distanza tra i tuberi 25-30 cm. Ricoprire con la terra. Lavoro finito!


Se avete notato nel terreno eventuali insetti terricoli o avete avuto lo scorso anno problemi, è consigliabile mettere delle esche-trappola per difendere le patate dagli attacchi parassitari, come quelli del temibile "filo di ferro", ad esempio. Tagliate una patata nel punto più largo, per aumentare la superficie di attrattiva.




Il rametto conficcato vi segnalerà la posizione, potrete così facilmente dissotterrare le esche a tempo giusto. La quantità delle trappole è in base alla gravità dell'infestazione



So di rischiare la "sindrome del collezionista" come i peperoncinari, ma non essendoci problemi di ibridazioni mi piace coltivare tutte le varietà di patate che trovo... Faccio pregermogliare i tuberi, rendendo anche più semplice dividere le patate troppo grosse.



Lasciare asciugare molto bene i tagli, come vedete a sinistra nella foto. Alle solite varietà quali la Desiree, Vitelotte, Corniola, Tonda di Berlino, Rossa silana, Quarantina bianca, le venete Cicero e Monalisa, Spunta e Liseta quest'anno si sono aggiunte la Congo blue e la Ratte, detta anche la patata-asparago. Ringrazio Francesco e Maren per la loro generosità


.



Foto di gruppo con sette delle varietà citate.

Nessun commento:

Posta un commento