martedì 9 marzo 2010

Risotto con fave

Risotto con fave
di Paolo Basso

Come ho scritto nel post sulla coltivazione della fava da orto, dopo il raccolto delle fave da mangiare crude lascio crescere i rimanenti baccelli finchè non siano grossi ed all'inteno le fave si stacchino dal picciolo, poi le sgrano e le conservo in sacchetti nel freezer. Possono così essere facilmente utilizzate per minestroni, purèe o, come in questo caso, per un risotto.
Presa dal sacchetto la quantità necessaria (20-30 a persona), si mettono in acqua dove si scongelano rapidamente, la pelle esterna raggrinzisce e può essere tolta facilmente. A questo punto le metto in un pentolino con acqua che porto ad ebollizione per un paio di minuti poi scolo.
Faccio rosolare in olio dello scalogno tritato, lo preferisco ma nulla vieta di usare la cipolla, aggiungo le fave scottate, altra leggera rosolata ed aggiungo il riso. Una mescolatina e metto il brodo che nel frattempo ho preparato con dado vegetale. A volte aggiungo dei ceci se li ho già cotti o dei dadini di zucca, cucina creativa...



Nessun commento:

Posta un commento