lunedì 21 febbraio 2011

Broccolo di Lavagna

Il broccolo di Lavagna o lavagnino
(Brassica oleracea var. capitata)
di Paolo Basso
E' un broccolo un po' particolare, del broccolo ha la forma delle foglie anche se poco frastagliate e bollose, ma non produce una testa e ricacci come gli altri broccoli, la parte che si consuma è il nucleo centrale di foglie accartocciate e strette, dalla forma un po' allungata come il cavolo cuore di bue.
Originario della Riviera ligure di Levante è una pianta da clima mite, ma penso che anticipando un po' possa essere coltivato anche in clima meno favorevole.

 

Si semina a metà - fine giugno per trapiantare nella prima quindicina di agosto, la pianta è compatta e abbastanza vigorosa in terreno fertile ma la crescita è lenta, la raccolta è in pieno inverno, col freddo che lo rende più tenero.
Il nucleo centrale è molto tenero, si può cuocere al vapore e non ha l'odore tipico poco gradevole dei cavoli ed altri broccoli, ottimo in abbinamento con patate lesse ed un filo d'olio e.v.
Anche le foglie grosse possono essere lessate in acqua, eliminando la nervatura centrale, saltate in padella con un po' d'aglio sono un buon contorno.

1 commento:

  1. FAVOLOSO!! io sono di chiavari e lo pianto tutti gli anni
    è buonissimo.

    RispondiElimina