sabato 8 agosto 2009

Pomodoro di Giovanna

Il pomodoro della Piccola Fattoria di Giovanna


Questo pomodoro debbo dire mi da molte soddisfazioni , l'anno scorso mi sono recata in Veneto e su suggerimento di una mia amica che ha un'azienda di agricoltura biologica, ho comprato le piante e trapiantate nel mio terreno.
Debbo dire che ho proceduto nel trattamento colturale come si fa in generale , e ho notato che togliendo le femminelle le piante hanno iniziato a dare segni di sofferenza, a non produrre e ad ammalarsi, ho provveduto in tutta fretta a recuperare quei pochi semi e quest'anno ho seminato in semenzaio un pochino di questi semi, sono nati tutti, piantine vigorose.
Visto l'esperienza precedente, ho trapiantato e ho tolto qualche femminella ma pochissime, ho iniziato a fare trattamenti per scongiurare la peronospera una volta a settimana irroravo le piante con 1 litro di latte magro e 1 litro di acqua assieme e debbo dire che lo gradivano molto, avendo foglie belle verdi e tanto amore, come si cura un bambino-
Loro mi hanno ripagato con pomodori stupendi e buoni, la pianta ha un gambo molto carnoso e grosso alla base nascono altre piante e i  frutti  nascono persino a livello del terreno.
Visto che le piante che sono molto vigorose, vanno piantate  a una distanza maggiore l'una dall'altra i frutti sono dolci, dal peso fino di 740 gr. l'uno .
Quest'anno c'e' l'invasione di piccole cimici con i puntini neri, che pungono il pomodoro, ho provveduto a cio' con il trattamento di olio puro di Neem un cucchiaio per litro d'acqua una volta alla settimana. Questo rende un sapore molto sgradito agli insetti  ed essendo naturale si puo' consumare frutta verdura ortaggi da subito.
Adesso procedero' alla cimatura della pianta, e' consigliabile la pacciamatura tra un solco e l'altro con paglia e le stesse femminelle che con lo sprigionamento  del loro profumo aiuteranno a tenere lontano insetti .
Che devo dire ancora, e' una qualita' molto generosa, insomma e' abbondante in tutto!

Giovanna

9 commenti:

  1. Salve mi chiamo Emanuele, ho alcune domande da porvi.
    Il latte può sostituire la poltiglia Bordolese?
    Ogni quanti giorni va ripetuto il trattamento?
    in che percentuale va diluito?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono Giovanna.
      In attesa di altre risposte ti dico che da quando ho iniziato a seminare i miei pomodori non ho più fatto nessun tipo di trattamento e non me ne pento.
      Se ci sono e se le trovo tolgo le cimici ma non metto niente.
      So che una mia cugina spruzzava le foglie delle zucchine col latte contro l'Oidio.

      Elimina
    2. Come Claudia,io non tolgo neanche le femminelle.

      Elimina
  2. Ringrazio tantissimo Claudia e Lilliana per le loro risposte, il prossimo anno tenterò anche io a non dare niente anche se abito in una zona alto collinare soggetta a forti guazzate notturne con successivi attacchi di pronospora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti provare a trattare solo alcune piante e altre no, così vedi cosa è meglio fare nella tua situazione.

      Elimina
  3. purtroppo non riesco a vedere le foto e per la prima volta sento parlare di latte scremato come trattamento. proverò su alcune piante questo metodo che risulta forse più oneroso ma molto più compatibile. signora giovanna riesco ad avere qualche seme per provare la sua varietà.buona coltivazione a tutti.

    RispondiElimina
  4. Mi spiace per le foto "scomparse", devo cercarle nell'album di Paolo, le rimetto appena possibile!

    Intanto potete vederle nel blog di Giovanna:

    http://lapiccolafattoriadigiovanna.blogspot.it/2010/04/i-miei-pomodori.html

    E per gli Amici frequentanti Facebook, la trovate qui:

    https://www.facebook.com/LaPiccolaFattoriaDiGiovanna?fref=ts

    https://www.facebook.com/giovanna.damico.35?fref=ts

    Angelo

    RispondiElimina
  5. angelo grazie per le indicazioni. visto i pomodori, belli. mi sembra un costoluto fiorentino o toscano. veramente bello,complimenti sig.ra giovanna

    RispondiElimina