sabato 15 agosto 2009

melone di Napoli

MELONE DI NAPOLI
di Angelo Passalacqua

Il melone di Napoli in effetti sono ben quattro varietà, due  hanno la buccia di color verde e due color giallo.



melone verde di Napoli
 
A guardarli sono indistinguibili, uno è per il consumo fresco, l'altro è da serbo
.


A sinistra, verde da serbo,
 
La coltivazione di questi meloni è "a secco", senza irrigare, le piante sono resistenti alle malattie tipiche, non vanno cimate e, in media, producono 3 meloni di grossa pezzatura ed altrettanti più piccoli. Ottimo sapore, dolce ed aromatico, si accentua nella varietà da serbo.



Giallo di Napoli
 
Qui qualche piccola differenza tra la varietà da serbo e quella da consumo fresco, la buccia si presenta con solchetti longitudinali più accentuati nel melone vernino, a destra nella foto.



Giallo di Napoli
 
I "gialletti", come vengono comunemente chiamati questi meloni (comune anche all'ottimo giallo rugoso di Cosenza, naturalmente) sono tra i migliori meloni, dolci e di sapore ottimo.



Notare come la polpa del melone a sinistra tenda ad un giallo più carico, segno di maturazione. A destra, il giallo da serbo.

Le varietà vernine si conservano ottimamente, basta un locale fresco. Una volta si appendevano uno ad uno dopo averli imbragati con lo spago, ora è molto più comodo utilizzare la rete tubolare di plastica, quella dei formaggi ma anche nelle cassette, sovrapponendo i frutti i due file, non ci sono problemi.

2 commenti:

  1. scusate, è un po che seguo il blog, vorrei chiedere se e dove posso trovare i semi dei meloni da serbo, o se, eventualmente li posso scambiare con alti semi di piante particolari. Grazie per l'eventuale risposta. Gianluca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Gianluca,

      semi di meloni da serbo non mancano nelle nostre liste, io posso dartene parecchie varietà, sono quelle che ho mostrato nei vari post. Contattami alla mia mail.

      Angelo

      Elimina