sabato 21 agosto 2010

fagiolino Metro

Il fagiolino metro
di Paolo Basso

Di questo fagiolino ha già scritto Angelo nel post sui fagioli dolici, viene chiamato fagiolino metro o asparago, è un fagiolino mangiatutto che può essere a seme nero o a seme rosa (che poi è un marroncino chiaro).

Lo avevo già coltivato parecchi anni fa, ma erano tempi che il lavoro non mi permetteva di venire frequentemente nel terreno e sopratutto non c'era possibilità di annaffiare. Così non ne avevo un buon ricordo, ma mi sono dovuto ricredere quando l'ho coltivato quest'anno.

I fagiolini metro a seme nero li ho seminati ai primi di maggio, quattro semi per bicchierino e li ho trapiantati dopo 20 giorni. Li semino nei bicchieri di plastica perchè molto spesso germinando in terra sono mangiati dalle limacce o beccati dagli uccelli, li trapianto quando iniziano a fare le prime foglie vere.

Dopo un mese circa dal rapianto ho iniziato a raccogliere, inizialmente li prendevo quando erano sui 30 cm di lunghezza, poi anche più lunghi perchè non erano minimamente duri o con fili.



Tra quelli che vedete qua ce ne sono anche sui 60 cm e oltre, le piastrelle del piano sono di 20 cm.

Raccolti più piccoli il gusto è più delicato, sanno di asparago selvatico, ma anche quelli più grossi sono veramente buoni e senza filo, si fa' presto a raccoglierli e a pulirli, per me è il fagiolino ideale.

Al 10 luglio ho seminato nei bicchieri di plastica quelli a seme rosa, trapiantati dopo una quindicina di giorni e queste sono le piante al 20 agosto



In basso ci sono già i fagiolini, da raccogliere tra qualche giorno



Ai primi di agosto faceva molto caldo e per quanto bagnassi le piante dei metro a seme nero erano un po' patite, così avevo deciso di lasciare i baccelli più in alto per fare la semenza per il prossimo anno. Quando il giorno 14 c'è stata pioggia per tutto il giorno le piante si sono riprese e pur con poche foglie stanno rifacendo fiori e frutti che ho già ricominciato a raccogliere, mentre con i baccelli secchi che ho tolto ho già la semenza.

Aggiornamento del 3 settembre:

Ho già raccolto parecchie volte i metro a seme rosa, sono ottimi e secondo me migliori di quelli a seme nero, questa è una foto di oggi, prima della raccolta



E questo è il risultato della raccolta delle 18 canne alla cui base sono state piantati 4 semi:



I fagiolini a seme rosa sono di un colore verde chiaro e di sezione più regolare di quelli a seme nero, la lunghezza e la mancanza di filo è la stessa, come pure la bontà.

Anche questa varietà va' raccolta ogni 2 - 3 gg, il tempo necessario a raccoglierli è di pochi minuti, e senza doversi piegare o spostare le foglie, i fagiolini sono bene in evidenza portati da un lungo stelo.

8 commenti:

  1. Ciao Paolo, complimenti per il blog, interessante ed utile. Una domanda circa questi fagiolini: a che distanza hai messo le canne?
    Grazie, Alessandra

    RispondiElimina
  2. Una trentina di cm. Io semino nei bicchierini per evitare che le lumache mangino le piantine appena germogliate, 3-4 semi per vasetto e guindi per canna. Così si sfrutta meglio il terreno, appena tolta una verdura si può subito trapiantare i fagiolini, ad esempio dopo cipolle o scalogno.

    Paolo

    RispondiElimina
  3. Grazie! Avendo appena scoperto il tuo blog sto leggendo vecchi post; l'esperienza offerta e le foto sono una grande risorsa.

    RispondiElimina
  4. Ti ringrazio per i complimenti, ma devono essere estesi a tutti gli amici che partecipano al blog, sopratutto Angelo che è la spina dorsale del gruppo, io sono più che altro il redattore e correttore bozze.

    Scopo del blòg è proprio quello della condivisione di esperienze e semi, oltre che a volte qualche cenne alla tradizione contadina.

    Paolo

    RispondiElimina
  5. Your blog is very nice. I love to see new biologic seeds and gardens. Your photos are very good. Greetings from Austria - Vorarlberg

    RispondiElimina
  6. Ho portato a maturazione completa Un fascio di fagiolini e pulendoli ho riempito un barattolo di mini fagioli neri. Saranno buoni da mangiare oltre che da seme?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che buoni, ottimi! Magari mangiati assieme all'orzo mondo (in mancanza, orzo perlato, ma non è la stessa cosa!) come accadeva nell'antica Roma. Scavi fatti nel Colosseo hanno evidenziato che il pasto ipernutriente ma digeribilissimo dei gladiatori fosse appunto orzo mondo e dolici.

      Angelo

      Elimina