sabato 26 settembre 2009

peperone Papaccella


Capsicum annuum    Fam. Solanacee

di Angelo Passalacqua


Un piccolo peperone dalle grandi qualità, merita pienamente il Presidio a lui dedicato da Slowfood. L'originale papaccella è di piccole dimensioni, non supera i 10 centimetri di diametro, quella di colore giallo. La varietà di colore rosso è sempre più piccola, quella in foto misura 8 centimetri.



Polpa spessa e carnosa edil sapore molto dolce sono le caratteristiche principali delle papaccelle napoletane, le imitazioni in vendita non sono all'altezza delle originali.



La pianta rimane di piccole dimensioni, nell'orto bastano 40/50 centimetri di distanza tra le piante, perchè cresce in verticale. E' una varietà molto resistente alle avversità, se necessario basta un pò di bordolese. La bacca è rotondeggiante, appiattita e costoluta. Come il peperone di Senise, non è un'unica varietà, i peperoni hanno forme diverse.



In tavola è apprezzato in molti modi, crudo, cotto come gli altri peperoni, ripieno e cotto in forno, conservato sott'aceto e sott'olio.

Qui ha affianco il Tondo "Bacio del diavolo", di cui parlerò in seguito.

Link:
http://www.presidislowfood.it/ita/dettaglio.lasso?cod=303

9 commenti:

  1. ciao angelo ho un piccolo problema con le papacelle rosse riccie e gialle che non stanno germogliando...di norma quanto tempo mi consigli di aspettare? come mi devo procedere? io uso le solite celle da 2cm singole e le ho riempite con un composto molto fine (chiamato seed compost) e coperto i semi con una spolverata di compost su e ho innaffiato e messo nel propagatore elettrico... dove sbaglio? puo essere il compost? grazie in anticipo
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico,
      peperoni e melanzane sono semi "capricciosi", possono impiegare venti giorni ma anche due mesi e più prima di spuntare! L'esigenza principale è quella del giusto calore, il propagatore dovrebbe essere adatto, per il compost non posso dirti nulla, non lo uso per i semenzai, solo terriccio e non ho mai problemi. Ti consiglio di bagnare prima il compost, attendere l'assorbimento dell'acqua poi mettere il seme e coprire. Tiemi presente che il pericolo maggiore è quello di annaffiare troppo, facendo marcire i semi! Sapessi quante volte mi scrivono per segnalarmi che i semi dei peperoni e della melanzana rossa non sono germogliati.... O sono spuntati e poi le piantine sono marcite! Si dovrebbe usare prima il vaporizzatore e poi innaffiare da "sotto", con una bacinella. Ma sopratutto ci vuole molta, molta pazienza!

      Angelo



      Angelo

      Elimina
    2. Grazie Angelo Io pensi che il problema sia il composto anche in quanto l'anno scorso avevo usato uno a base di argilla e si manteneva umido questo in vece sono quei composti non a base di terriccio ottenuti da fibre di cocco e se non sbaglio di muschietto. Tanto di tempo ce ne ho ancora quindi lascio questi e vedere se germoglino ma cmq per sicurezza metto altri con un altro composto. L'anno scorso cmq mi sono germinati senza problemi. Cmq ho imparato a non innaffiare tanto infatti i miei pomodori hanno già il secondo set di foglie vere e le annaffio con una siringa ogni 3 giorni.

      Elimina
    3. Ciao Enrico,
      hai seminato i peperoni in luca calante. Aspetta ancora una settimana/10 giorni adesso che siamo entrati in luna crescente... così vediamo se questa regola funziona oppure no :-))

      Comunque, la temperatura minima di germinazione per il peperone si attesta intorno ai 25°C.

      Roberta

      Elimina
    4. seed compost... propagatore elettrico... date retta a me, cambiate attività, la natura ve ne sarà grata. prendi i semi, seminali in semenzaio (tradizionale... qualsiasi terra va bene, purché presa in zone adatte), e poi trapianta le piantine da 8 cm... senza troppe masturb celebr... e fai fare alla natura quello che deve, ivi compresi i successi e i fallimenti (fanno esattamente parte del "gioco")

      Elimina
    5. Hai il diritto di non approvare, ci mancherebbe, ma visto che non facciamo del male a nessuno e che i peperoni da soli non si seminano, possiamo seminare come ci pare, e anche raccontarlo.

      Elimina
  2. Sono spuntate. Sono germogliate sia quelle piantate un mese fa che quelle a fine di gennaio. Ora non so se la temperatura dai 21 gradi che era il semenzaio a gennaio ai 24 si questa settimana ha fatto la differenza o la luna crescente li ha fatti crescere. Ora mi ritrovo con 6 germogli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico,
      visto che alla fine sono spuntate? Sarà la luna crescente o il calore, comunque l'importante è che sono uscite fuori. Ho il sospetto che sia di più la temperatura che non la luna, però.

      Quindi si dissolve il sospetto sulla capacità germinativa del terriccio usato, anche perché i semi germogliano anche senza terra.

      Grazie per le indicazioni e buona coltivazione nella tua meravigliosa serra inglese.

      Roberta

      Elimina
    2. Ciao Enrico,

      più che la luna è stato il calore l'autore del miracolo... La prova è lo spuntare dei semi allo stesso momento, la semina anticipata non è servita a nulla!

      Buon lavoro!

      Angelo

      Elimina