venerdì 11 gennaio 2013

I CECI DI CASSANO MURGE


di Angelo Passalacqua


Quando scrissi di questo legume "povero" ed ormai quasi scomparso non avrei mai immaginato ciò che è accaduto, esperti che citano il mio scritto, convegni in cui vengono lette pari pari le mie frasi e le notizie che riferivo:

http://amicidellortodue.blogspot.it/2008/11/cece-bero-di-cassano-murge.html 

Penso di aver onorato al meglio questo cece unico, diverso da tutti gli altri ceci neri, poi vi parlerò e mostrerò altri ceci color carbone...


Non sorprendetevi, i ceci che portano il nome di Cassano sono ben quattro, non uno! Il nero riccio lo conoscete già, andiamo a conoscere gli altri.


Caratteristica comune alle varietà dei ceci di Cassano Murge è la pezzatura grossa dei semi, ciò li rende inconfondibili.


Il "vero" cece nero liscio di Cassano, dal sapore eccezionale, polpa pastosa e mai dura, è un gradino sopra ai fratelli compaesani, comunque sempre ottimi anche loro!


A sinistra il cece rosso liscio, a destra il rosso riccio. Altra caratteristica comune ed unica di queste quattro varietà è il periodo della semina, si interrano a fine Ottobre-inizio di Novembre, come per le fave, a Cassano era tradizione farlo per l'otto di Dicembre. A differenza di tutti gli altri ceci non temono il freddo e la neve sono praticamente immuni anche alle malattie fungine, tipo la temibile "rabbia", che distruggono le coltivazioni di ceci.

http://www.youtube.com/watch?v=OuZvH3sEFoI&sns=fb


56 commenti:

  1. Grazie per averci presentato anche questi altri ceci. Che belli.
    Qui non si usano, li ho coltivati una volta sola. Pensavo che fossero sempre rugosi, che fosse causa del seccarsi.
    Come mai questa passione per i ceci a Cassano Murge?

    RispondiElimina
  2. Cara Claudia, anche io da quando vivo in Salento sono preda della passione per i "ceci", qui fanno parte integrante della dieta e si mangiano in tutti i modi anche tostati come le "romelline" in Emilia.
    Angelo ha la capacità e la pazienza di presentaci svariate tipologie di molti frutti dell'orto e di ciò ne sono molto grata.
    Del "vero cece nero liscio di Cassano" non sapevo nulla, confesso per me i ceci erano tutti "ceci".
    Grazie Angelo
    Liliana

    RispondiElimina
  3. be angelo qui i ceci non crescono quindi quando verro' in italia verso ottobre passo da casa tua per un bel piatto di ceci ahahah.. molto belli
    enrico

    RispondiElimina
  4. Caro Angelo, questi ceci mi incuriosiscono molto, ma come tu stesso dici è impossibile trovarli in vendita, tu ne avresti qualcuno per me affinchè il prossimo autunno li possa seminare?
    Grazie
    Liliana

    RispondiElimina
  5. @Claudia
    A Cassano non trovi in vendita questi ceci, li sto riportando "a casa" io... La zona di coltivazione era tra Cassano, Santeramo ed Altamura, il terreno pietroso ed arido delle Murge è ideale per un'ottima riuscita!

    @Enrico
    Sarai il benvenuto, preparati ad una scorpacciata di ceci di tutti i colori, magari accompagnati da cavatelli e lagane fatte con la farina di Cappelli!

    @Liliana
    Ciao Liliana, stavo preparando i semi da inviarti, sono in ritardo... Aggiungo volentieri una manciata per tipo di cece, seminali subito, è ancora tempo!

    Buonanotte a tutti
    Angelo


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie angelo per l'offerta. Magari passo anche da altamura a prendere un po' di pane e facciamo anche la scarpetta.
      Enrico

      Elimina
    2. @Enrico, non hai ancora provato a fare il pane in casa?
      Pat

      Elimina
    3. Be a dire la verità sono riuscito a perfezionare il pane ma non ho usato il lievito madre in quanto sono stato abbastanza impegnato.
      Enrico

      Elimina
  6. Grazie Angelo,
    mi dici che posso seminare anche adesso, bene certamente lo farò.
    Qui ha piovuto quasi 45 giorni di seguito ed anche per seminare il grano è stata un impresa.
    Anche noi SENATORE CAPPELLI!!!
    Ciao
    Liliana

    RispondiElimina
  7. "Quando scrissi di questo legume "povero" ed ormai quasi scomparso non avrei mai immaginato ciò che è accaduto..."
    Sei la colonna non dei ceci di Cassano ma ... di tutti noi!!!
    Veramente belli i rossi lisci , ma...povero me se me li mandi!!!!
    Ciao
    Tony

    RispondiElimina
  8. @Enrico
    Stai tranquillo, penso a tutto io, per il pane dimmi solo quale preferisci, il mio, quello di Altamura, di Matera, di Laterza?

    @Liliana
    Buona semina!

    @Tony
    Troppo buono, troppo buono... Preparati, come ti ho detto domenica (sappiano gli amici che mi sono preso una mini-vacanza e sono stato dalle tue parti... Meravigliose Marche!) dovrai coltivare tutti i ceci di Cassano!

    Ciao a tutti
    Angelo

    RispondiElimina
  9. Angelo, quando dici che non temono il freddo ed il gelo ti riferisci solo al gelo pugliese? Immagino non sopravviverebbero a temperature invernali estreme (-28/-30C sotto manto nevoso pero'). Secondo te si possono seminare in primavera?
    Laura

    RispondiElimina
  10. Scusate l'ignoranza, ma i ceci si possono coltivare anche in pianura padana?il clima è adatto o resta troppo umido?
    Le fave riesco a coltivarle, però con semina a fine febbraio inizio marzo, posso provare anche con i ceci in questo periodo?

    grazie
    Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cia geppe.. pure io ho sempre creduto imposs. coltivare i ceci in pianura padana,ma l'altro giorno parlando di questo con mia figlia,mi ha detto che i suoi amici che vivono tra Brescia e Bergamo..li coltivano con ottimi risultati,raccogliero' piu' info dai ragazi e ti diro'... (ottima per me l'informazione sulle fave perche' qui non so a chi rapportarmi e verso sud dai post che vedo nel gruppo sono gia' nate.

      Elimina
    2. Ciao Lina,
      se vuoi posso mettere semi di fave e ceci con le altre bustine che ti devo mandare.

      Roberta

      Elimina
    3. Ciao Roberta
      Grazie si..provo..
      ho tutto pronto..
      Lina

      Elimina
  11. ho seminato dei ceci bianchi in un paio di annate con risultati molto deludenti.
    Non ci riproverò.
    Da quel che leggo, credo che il terreno fertile e sciolto della mia zona non sia per niente adatto a questo legume.

    RispondiElimina
  12. @Ortolistico
    Ciao Laura, tieni presente che abito sì in Puglia ma a 500 metri slm, vicino Matera, qui l'inverno è rigido, sovente si arriva anche ai -10°! I venti gelidi che soffiano dal nord-est, dalla Russia e dai Balcani non incontrano ostacoli nel loro cammino... I ceci neri e rossi si possono seminare anche in Febbraio-Marzo, Tony-Casetta lo fa nei suoi terreni argillosi delle Marche, con ottimi risultati!

    @Geppe
    Se riesci a coltivare le fave puoi provare coi ceci, testando più varietà, a Marzo.

    @Honey
    Quali varietà hai seminato? Seme liscio o rugoso? Se ci ripensi e volessi riprovare...

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in entrambi i casi erano a seme liscio, di origine commerciale.
      Ho ottenuto ceci molto piccoli e rimasti duri dopo la cottura nonostante 10 ore di ammollo.

      Se pensi che cambiando seme potrei avere risultati diversi, potrei riprovarci. Ne riparliamo un po' più avanti.
      Grazie per la disponibilità.

      Elimina
    2. Ciao Nerio,
      di solito i ceci coltivati in terreno argilloso hanno la buccia dura, contrariamente a quello che si può pensare, il terreno arido e calcareo dà legumi più "cottoi",come si dice da noi.

      Ho tre varietà che dovresti testare...

      Angelo

      Elimina
    3. ho coltivato, con ottimi risultati, i ceci Cairo e Pascià negli scorsi 2 anni.
      Il mio terreno è fertile e sciolto, ben drenato e con acqua a disposizione.

      Devo concludere - per rispondere a Geppe - che possono essere coltivati anche in pianura padana, almeno nella mia zona.

      Una domanda: le foglie, durante tutto il ciclo vegetativo, sono sempre umide e si percepisce senza dubbio passandoci una mano sopra, anche nelle ore calde.
      Sembra che guttino, come fanno altri vegetali - qui tipicamente il mais - che però lo fanno solo nelle ore fresche della notte con grosse gocce che si raccolgono sulla punta delle foglie.
      Succede dappertutto o è una questione di clima?

      Elimina
  13. Angelo,

    I am growing some chickpeas of my own to try "popping" them like popcorn. I have heard that some chickpea varieties can be popped (dry)in light oil and lightly salted for a delicious snack. Are any of your chickpea varieties able to pop when subjected to heat and oil? An example of popping wet chickpeas in oil is here: http://soursaltybittersweet.com/content/popcorn-chickpeas-random-cool-and-delicious-stuff-you-can-do-pantry-staples

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello Jay,
      there are many varieties that can be eaten like popcorn, a seed light and black seed. And then there's a very particular use of a special "chickpea"

      http://www.taccuinistorici.it/ita/news/medioevale/cereali---paste/-Farinella-polvere-preziosa.html

      I hope your Google translator works well ...

      See you soon
      Angelo

      Elimina
    2. Dear Angelo,
      Thank you for the link. I sometimes use ground chickpeas as a flour for making something we call here falafel.

      Do you grow any chickpeas that pop like popcorn? I have heard that they are very good dry, with salt and oil.

      Elimina
    3. Hi Jay,

      cultivate many varieties to eat like popcorn, fried chickpeas or rather, the best are those varieties "Kabuli", thick and smooth, but also a few varieties of those "Desi", a traditional recipe is this:

      http://www.casertamusica.com/rubriche/cucina/Ricetta_ceci_fritti.htm

      Other vegetables can be eaten like popcorn, type the beans "Romastelli" and "Tre cocci":

      http://i794.photobucket.com/albums/yy228/angelop_album/DSC04016_zps2d000aea.jpg

      http://i794.photobucket.com/albums/yy228/angelop_album/DSC04017_zpsd01cab80.jpg

      The "beans in vest"...

      You'll gladly send, peas and beans, let me know.

      Angelo









      Elimina
    4. Ciao Jay,

      coltivo molte varietà da mangiare come popcorn, o meglio ceci fritti, i migliori sono le varietà "Kabuli", grossi e lisci, ma anche alcune varietà di quelle "Desi", una ricetta tradizionale è questa:

      http://www.casertamusica.com/rubriche/cucina/Ricetta_ceci_fritti.htm

      Altri ortaggi e legumi possono essere consumati come popcorn, ad esempio le fave "Romastelli" e "Tre cocci":

      http://i794.photobucket.com/albums/yy228/angelop_album/DSC04016_zps2d000aea.jpg

      http://i794.photobucket.com/albums/yy228/angelop_album/DSC04017_zpsd01cab80.jpg

      Le "fave in gilet" ..

      Posso inviarti ceci e fave, fammi sapere.

      Angelo

      Elimina
  14. salve angelo e tutti
    ho appena finito di cenare una zuppa a base di polpi con spinaci, topinabur e ceci tutti prodotti nel mio orto ( a parte i polpi naturalmente!!) e visitando come faccio spesso il blog mi è venuta voglia di coltivare altre varietà di ceci in particolare quello nero.
    se fosse possibile penso di essere ancora in tempo. io ne ho già piantato un po e le piantine sono già un sviluppate, ma vorrei provare anche perchè il tempo si sta mantenendo piuttosto umido perlomeno qui in Sardegna. Angelo,se per te non è un problema me ne puoi mandare un po'?
    grazie tante Rosalia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Rosalia,

      mi hai fatto venir fame... Ti mando i ceci neri con piacere,se vuoi approfittare della busta ed aggiungere altro, basta dirlo!

      Angelo

      Elimina
    2. Benvenuta Rosalia,
      proprio la scorsa settimana mi trovavo in Sardegna e avevo con me i ceci neri e rossi, sia ricci che lisci che mi ha mandato Angelo. Di che zona sei?

      Roberta

      Elimina
    3. io abito a Tissi un paese a soli dieci chilometri da Sassari. non ho capito se sei ancora in Sardegna, in tal caso mi farebbe piacere contattarti, ti invito volentieri a visitare il mio orto.
      fammi sapere
      rosalia

      Elimina
    4. Buongiorno Rosalia,
      sono rientrata lunedì a Roma. Stavo tra Olbia e Telti ... magari questa estate quando torno provo a fare un salto.
      Scrivimi alla mia mail.

      Ciao
      Roberta

      Elimina
  15. non ho mai coltivato i ceci ma visti che da me crescono le fave quest'anno ci proverò.
    L'unico problema non riesco a trovare i ceci da interrare, qua sembra che nessuno li coltivi, ho a casa dei ceci, quelli da mangiare, umbri e siciliani, posso provare con quelli ???

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di solito nascono, a meno che non siano vecchi.
      Fai una prova, metti qualche seme su un foglio di carta da cucina bagnato e metti tutto dentro una scatolina di plastica con coperchio e la riponi in un luogo tiepido.
      Dopo alcuni giorni controlli se mettono la radichetta che è il segno che il seme è vivo.
      Per accelerare il processo metti a bagno i semi alcune ore.

      Elimina
    2. Certo che puoi seminarli, basta che non siano tostati. A volte si trovano in commercio dei ceci tostati.

      Elimina
    3. Ciao Geppe,

      Nerio e Claudia ti hanno già risposto, se la prova non dà risultato positivo (ma sono sicuro del contrario) te ne mando una manciata.

      Angelo

      Elimina
    4. grazie a tutti per le informazioni.
      Appena il tempo si mette a bello e la terra lo permette seminerò i ceci e le fave.
      Guardando un po' in rete ho visto che + o meno le distanze di semina sono simili alle fave, 15-20 cm sulla fila e 40-60 tra le file, mi confermate queste informazioni? per ogni postarella quanti semi metto e a quale profondità???

      grazie ancora

      giuseppe

      Elimina
  16. ciao Angelo. non sapevo che esistessero ceci neri... ti sarei grato se potessi spedirmi una bustina per la semina, mandami i dati per il bonifico, la mia mail edilfuma@hotmail.com ti ringrazio anticipatamente.
    . Marco.

    RispondiElimina
  17. Dalla Gazzetta del Mezzogiorno:

    http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDNotizia=624406&IDCategoria=1

    Massimo Bufacchi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max,

      il cece nero di cui parla l'articolo non è il nero di Cassano, come puoi leggere qui:

      http://www.cassanoweb.it/attualita/23642-scoppia-la-guerra-del-cece-nero-slow-food-ma-non-di-cassano.html

      Come avrete notato sono poco presente in internet, ultimo (gradito) impegno una mostra sulla biodiversità murgiana, se avete la pazienza di arrivare al minuto 13.00 circa ci sono anche io...

      http://www.santeramo.it/index.php?id=7&pag=1&idtg=816#tg_main_video

      Torno subito...
      Angelo

      Elimina
    2. hu hu, io ho avuto la fortuna di andare alla mostra di Angelo! Quante cose ho imparato in una serata!!! E' stata interessante e gradevole allo stesso tempo.

      Elimina
  18. Certo che ho avuto la pazienza di arrivare al minuto 13.00 circa, così sia io che gli" amici" abbiamo potuto conoscerti e sentire la tua voce. Interessante la tua esposizione.
    Sempre interessanti queste iniziative che coinvolgono i ragazzini, anche qui sono nati diversi agriturismi didattici.
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di non aver deluso qualcuno che aveva una mia immagine di "guru" ed ha trovato invece un vecchietto con la raucedine....

      Angelo

      Elimina
    2. Il filmato della mostra:

      https://www.youtube.com/watch?v=D8OOxPjVT3Y

      Angelo

      Elimina
  19. Primo anno di raccolta meccanizzata dei ceci neri con la mietitrebbia.
    Purtroppo è stata deludente: tanto spreco e perdita di ceci.
    La causa è probabilmente dovuta al fatto che il baccello è molto duro e se batte troppo il seme si spezza ma se batte poco non si apre e viene sprecato lo stesso con tutto il baccello!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tony,
      ho più volte detto che questi legumi molto particolari non sono adatti alla coltivazione industriale, il risultato della tua prova è identico a quello avuto dai molti che hanno voluto provare, anche nella mia zona. Oltre alla velocità del battitore ci sono altri inconvenienti tecnici che rovinano il raccolto, come le varie coclee che "affettano" i legumi dal seme più grosso. Ovvio che esistono mietitrebbie idonee ma non le trovi facilmente dai contoterzisti....

      E' evidente quindi che questi semi siano destinati a piccole aziende agricole, quelle che fanno lavorazioni manuali che giustificano un prezzo un pò più alto del prodotto. E se questi produttori sono vicini tra loro possono aiutarsi a vicenda nei lavori...

      Angelo

      Elimina
    2. Ciao Angelo,
      visto il tempo e il lavoro dell'anno scorso ho voluto provare. A questo punto penso che, sia la raccolta meccanizzata con enorme spreco, che la raccolta manuale senza spreco siano, a livello di costi, siano identici. Pertanto il cece nero di Cassano delle Murge è proprio destinato a costare tanto. Ma io penso di continuare con la raccolta meccanizzata.
      In merito agli altri che mi hai fatto provare quest'anno che mi dici; come sono a livello di raccolta meccanizzata? Mi riferisco ai neri lisci e ai rossi. Fra l'altro, come mi hai consigliato tu, li ho seminati tutti e, anche se sono in ritardo, stanno bene e fra un paio di settimane prevedo di raccoglierli.

      Elimina
    3. Ciao Tony,

      purtroppo anche gli altri ceci non amano la mietitrebbia, avrai lo stesso problema anche con loro... Dai prossimi anni, ovviamente, per modica quantità che ti ho inviato, quest'anno li raccogli a mano, giusto? Buon raccolto!

      Angelo



      Elimina
    4. Non so a te ma, a me, gli anni passano! Non penso di riuscire ad adottare tutte le nuove varietà che mi hai inviato. Speravo che almeno una fosse meccanizzabile .... Mi sa che quest'anno ne metto 5 di ognuno in pentola e poi scelgo il preferito!!!

      Elimina
    5. Eh, caro Tony,
      gli anni sul groppone pesano sempre più ma ho sempre forza ed entusiasmo sufficienti, non abbandonerò questi semi, sto conoscendo molti ragazzi che vogliono coltivare proprio queste varietà oramai introvabili, magari tra un pò potrò passare il testimone... Come fa il mitico Claudio dei miei tempi, quello degli zingari felici, il vecchio con la chitarra a piazza Maggiore:

      http://www.youtube.com/watch?v=VpWtKnJQKJI

      Non voglio influenzarti circa la scelta ma vedrai che sarà ardua...

      Angelo

      Elimina
  20. Ho inserito alla fine del post un link degli amici che a Cassano si stanno occupando del cece nero, in attesa di vedere magari anche quello rosso che gli ho fornito l'anno scorso...

    http://www.youtube.com/watch?v=OuZvH3sEFoI&sns=fb

    Angelo

    RispondiElimina
  21. Distanza di sicurezza anti-ibridazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo,
      i ceci non si ibridano facilmente, è veramente raro che accada. Comunque tenere una distanza di un metro tra le fila delle piante mette al sicuro, se pianti altro al centro (ad esempio fave o piselli) che separi i ceci, ancora meglio!

      Angelo

      Elimina
  22. Salute.
    Scrivo dal veneto e vi leggo con interesse rapito.
    Vorrei poter mettere a dimira dei ceci murgia neri, spero si possano adattare alla zona pianura padana, mi chiedo come potrei fare a reperire i semi da seminare in una zona di 3/400 mq..
    Chiaramente Angelo indicami gli estremi per rifondere in solido.
    Vi ringrazio
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, benvenuto tra gli Amicidellorto!

      Se nella tua zona sono coltivati i ceci "normali" i ceci neri cresceranno senza problemi, sono più rustici e resistenti. In caso contrario, ti suggerirei di non seminare 400 mq, bisogna sempre fare semine di prova delle nuove varietà, si rischia di non raccogliere nulla!

      Angelo

      Elimina
  23. Posso ricevere dei semi di cece? Grazie

    RispondiElimina