domenica 6 gennaio 2008

FINOCCHI CHE FILANO - cosa mi consigliate?

Oggi sono stata al mio orticello e osservando i miei finocchi mi è venuto un colpo al cuore :(
Alcuni meravigliosi finocchi che fino ad una settimana fa convivevano felici con le erbacce hanno "filato", proprio a causa dell'erba che li sovrasta, che non gli ha fatto arrivare luce a sufficienza! Ahimè, dovevo aspettarmi che qualcosa potesse andare storto, visto che non ho mai praticato il metodo Fukuoka, ma ai finocchi tenevo davvero tanto...
Adesso cosa mi consigliate di fare, oltre che falciare un pò di erba? Provo a rincalzare i finocchi? Oppure è tutto perduto? C'è un finocchio in particolare che ha iniziato a formare la palla a 10 cm dal suolo :), mentre la parte sottostante è per lui una specie di scala che lo sostiene e lo spinge verso il cielo...
Spero che il mio errore aiuti altri a non commetterlo a loro volta.
Francisca Robertiña Gomes


Ciao Francisca!
Sto sorridendo mentre scrivo, ma non perché io sia contenta della tua disavventura né per deriderti, tutt'altro.
Mi sto ricordando di una delle mie varie ed infruttuose avventure con i finocchi.
Eh, già, non mi sono *mai* venuti bene.
Non ho mai avuto una volta finocchi decenti.
A volte crescevano belli alti e diritti! Quasi tre metri! Bellissimi fiori, bellissimi bruchi multicolori ma nemmeno l'ombra di un grumulo.
Nel caso simile al tuo... Angelo vide la foto. Li chiamammo i "finocchi alieni" o "finocchi serpente"! Angelo, te li ricordi?
Continuiamo col dire che non ho mai seminato tra le erbacce e non ho mai seguito il metodo Fukuoka, quindi la colpa non è sua.
In pratica i finocchi avevano fatto una piccola testina (non certo di 10 cm! una cosa microscopica!) però prima del grumolo c'era questo "fusto" serpeggiante di una cinquantina di cm! Non era a scala, non lo reggeva. Era ondeggiante ma adagiato al suolo.
Tutto questo per dirti: Non so cosa sia andato storto, ma molto probabilmente non è colpa delle teorie di Fukuoka.
Se avrò spazio verso giugno/luglio riproverò per l'ultima volta con i finocchi. Ogni anno dico che sarà l'ultima...
Spero che qualcuno ti sappia dare la soluzione giusta.
Un'ipotesi buttata lì. Forse abbiamo il terreno troppo duro e argilloso, la radice non riesce ad affondare, ma continuando a crescere spinge il grumolo verso l'alto?
Esperti, rispondeteci, grazie!
Claudia


E' la prima volta che coltivo finocchi, non ho esperienza, ma ho notato che i finocchi cresciuti nell'aiuola accanto, a 10 cm di distanza dai miei e coltivati a terra nuda non hanno alcun problema, sono belli pacciocconi. E anche da me, in pochi punti dove l'erba è rada, i finocchi non sono deformi. Io ho davvero lasciato crescere l'erba a dismisura; pensa che il finocchio con "la scala" neppure si vede, è completamente sommerso da almeno 70 cm di erba varia, tra cui rampicanti; e in effetti è il più deforme di tutti. La deformità mi sembra inversamente proporzionale alla luce ricevuta.
Ho trovato su un forum una discussione dedicata al metodo Fukuoka e l'utente "raviolo" riscontra lo stesso problema con le erbacce e i finocchi

http://www.forumdiagraria.org/orticoltura-f42/orto-con-metodo-fukuoka-discussione-pratica-t1827-220.html

Forse c'è qualcuno che è riuscito anche con le erbacce, forse è davvero il substrato, ma il punto è che adesso non so se posso fare qualcosa per rimediare
Francisca Robertiña Gomes


Caspita, 70 cm!
Se ritrovassi la foto la metterei. Ricordo che i "serpenti" non si vedevano molto bene perché li avevo interrati. Ecco, il rimedio che avevo provato allora fu di provare a interrare quei lunghi tralci.
Un ragionamento fatto così: i finocchi andrebbero rincalzati, no? Quindi perché dovrebbero andare a cercare la luce?
Ho letto la discussione, sembra perfetta per il tuo caso. In pratica il prato non va lasciato stare, ma falciato e lo sfalcio usato per ricoprire i finocchi.
Mah, io non so più che farci.
Adesso mi è tornata voglia di riprovare.
Ho ancora i semi che mi diede in abbondanza Angelo.
Però io di prato non ne ho e sfalci nemmeno, seminerò come mio solito in terra coltivata. In giugno prevedo di avere libera la zona della serra (che allora sarà scoperta) dove avrò tolto pomodori e varie, trapiantandoli a dimora definitiva.
In serra la terra è più morbida per le continue aggiunte del terriccio da semina ogni volta che ci trapianto qualcosa. Vedremo.
Proverò a seguire le fasi lunari. Tutti dicono che non influenzano, anche l'autorevole Luciano Cretti, ma io credo che se una cosa non causa danno a nessuno la posso fare.
Seminando il 3 piuttosto che il 10 o il 22 non causerò danno a nessuno.
Claudia


Dalle tue parti i finocchi si seminano a Giugno? Non fa ancora parecchio caldo?
Francisca Robertiña Gomes


Dalle discussioni che ho avuto con diverse persone è emerso che giugno dovrebbe essere il periodo migliore, poi non so. Certo che fa caldo, fino ad agosto e a volte anche oltre il caldo è molto forte. Tu li semini in autunno?
Claudia


Questa volta si, ho seminato in autunno, perchè avevo perplessità su come avrebbero reagito alle temperature estive. Forse però da te l'autunno è più rigido
Francisca Robertiña Gomes


Hai fatto bene, Francisca! Sono andata a riguardare i consigli di Luciano Cretti che è di Milano, quindi meglio di lui nessuno. Lui semina a Luglio. Ecco i raccapriccianti finocchi a serpente. Parte del fusto è interrata.
http://tinyurl.com/finocchi
Claudia


@ Francisca & Claudia: Ho seguito il vostro "palleggio" finocchiesco con partecipazione, perché anche a me non sempre i finocchi riescono, ma qualche volta anche si, quindi do il mio contributo.
@ Francisca: quando dici che "filano" intendi che vanno in canna, cioè si avviano ad andare in fiore, oppure intendi che crescono lunghi e smilzi? (una foto aiuterebbe a capire!) - E se è "canna" allora il tempo per la raccolta commestibile è finito, non c'è più niente da fare, quindi raccogliere e utilizzare quel poco che c'è, oppure lasciar andare avanti per fare seme "fukuokiano".
E quei finocchi a ?10 cm? nell'aiuola accanto sono tuoi o di un ortolano vicino? In ogni caso quelli pare che stiano bene, quindi sono stati coltivati in modo "efficiente" (le tecniche di coltivazione sono tante, e tutte quelle che funzionano vanno bene).
@ Claudia: E' comunque assodato che coltivare dei bei finocchi non è facile, e soprattutto non dobbiamo prendere a paragone quei "palloni" dopati dell'industria del supermercato, che utilizza tecniche "innaturali"
Ma un risultato "decente" lo possiamo ottenere anche noi "natursti", e a me qualche volta è capitato.
Come ho fatto? Ho invocato fortuna, che però ho aiutato con qualche piccolo trucchetto/espediente/sapienza coltivativa
Orto delle Piane


No, non pretendo di avere i finocchi palloni, ma ti assicuro che non sono mai cresciuti più di quelli della foto.
Alla prossima prova (a luglio! Bacchettatemi se li seminerò a giugno!) se andranno a seme avrò la scusa di provare a raccogliere le "caruselle" come suggerito da qualcuno in qualche parte di questo blog. Così mi pareva, ma non sono riuscita a risalire a dove se ne parlava. Sono i fiorellini e si possono conservare mi pare tipo capperi. In questo modo l'eventuale fallimento sarebbe più accettabile.
Claudia


I trucchi finocchieschi che uso io sono:
0) Invocare fortuna
1) Lavorare in profondità la terra dura (40 cm) e renderla soffice e ricca con aggiunta di compost ben maturo, o altre tecniche adatte (pacciamatura perenne)
2) Seminare (e/o trapiantare) possibilmente quando il giorno è "discendente" cioè in accorciamento (dopo il 21 giugno - concordo con Luciano) (riduce la voglia subitanea della pianta di "andare in canna") a distanza appropriata (60 cm tra le file, 30 cm tra le piantine) (le piante devono rimanere "ariose" e "luminose" anche da cresciute)
3) Importante! Trapiantare rispettando la linea di terra, vale a dire non affondare le piantine nel terreno, ma lasciar sporgere quel centimetro di radice che c'è sotto l'abbozzo del grumolo, così come naturalmente la piantina cresciuta ha già fatto!
(se questo non è chiaro guarda https://plus.google.com/u/0/photos/102342844305123674134/albums/5864154427603267089 - è la porzione di radice fuori terra davanti al dito indice)
4) Tenere umido il terreno, né troppo né troppo poco, il giusto, vale a dire bagnare poco e sovente
5) Tenere a terra nuda, libero da maleerbe (con buona pace dell'amico Masanobu), sarchiato e arieggiato il terreno
6) Quando si forma il grumoletto rincalzare a più riprese e tenere il grumolo coperto di terra (anche per questo bisogna tenere le file distanti, così c'è abbondante terra per rincalzare)
7) Quando il grumolo è ingrossato a sufficienza raccoglierlo, è normale che se lo lasciamo lì lui prosegue per la sua storia, e se ne va in canna, ma mica per farci dispetto, ma perché è la sua natura)
Così cerco di fare io, e neanche così sempre mi riesce, magari mi manca qualche trucco aggiuntivo ... o non ho invocato abbastanza la fortuna
Orto delle piane


Grazie per i trucchi, che gentile sei stato!
Siccome non riuscirò a lavorare 40 cm di terra farò il doppio di invocazioni alla fortuna e farò compagnia alle piantine leggendo loro favole e libri ameni. Dai, guardo i libri scherzo, ma le invocazioni ci vogliono.
Altra cosa. Come dicevo la terra nella serra è più soffice. Se li seminassi lì, dovrei trapiantarli poi all'aperto? Perché in luglio è aperta, ma in autunno la copriamo. Non possono passare l'inverno in serra, vero?
Per il momento ti ringrazio con un abbraccio virtuale, dimmi se posso ricambiare, magari con qualche seme, anche se non credo di avere niente di meglio rispetto a quello che avete voi amici dell'orto.
Un piccolo p.s.
I venditori di piantine hanno *adesso* in vendita le piantine di finocchio già belle grandicelle.
Claudia


@Orto
Grazie per l'interessamento. La situazione dei miei finocchi ricalca alla perfezione quella dei finocchi di "raviolo", nel link del forum, che ho postato sopra: non c'era la canna, i finocchi si sviluppavano in larghezza e non altezza come nelle foto di Claudia. Stavano bene o meglio di quelli della vicina. Il terreno non era denso di erbacce, nel senso che queste erano poche ma molto sviluppate, tipo rampicanti e lo tenevano umido e morbido.
Quello che ho trovato ieri è stata una coltre di rampicanti, tanto che i finocchi non si vedono più. Facendo largo tra le amiche erbe ho visto i finocchi saliti di qualche piano, diciamo così, e ingrossati sopra... In effetti le temperature sono salite parecchio da me in questi ultimi dieci giorni, forse questo ha favorito le erbacce...
Francisca Robertiña Gomes


Ciao Claudia,
impossibile dimenticare i tuoi finocchi "alieni"! Le risposte alle tue domande ed a quelle di Francesca sono tra le righe dei vostri commenti, Giovanni ha fatto il resto in maniera impeccabile, posso solo aggiungere qualche osservazione. Come detto altre volte, il metodo di Fukuoka, come tutti gli altri, và adattato al proprio orto, non tutti gli ortaggi si prestano a questo modo di coltivare, di certo carote e finocchi e nenche il prediletto daykon, quello che "rompe la terra come un aratro"! Se lo seminate in Italia, nel terreno duro, spunterà fuori terra per almeno la metà dei suoi 40 centimetri....
Anche i finocchi hanno varietà precoci e tardive, per il giusto periodo di semina bisogna tenerne conto!

http://www.informatoreagrario.it/ita/riviste/vitincam/08Vc06/coltivazione_finocchio.pdf


http://www.agraria.org/coltivazionierbacee/finocchio.htm

Quindi più che Fukuoka sarebbe bene fare una aiuola rialzata...
angelop


Ok Angelo, quindi secondo te la luce non c'entra nulla, è una questione di profondità della radice! :) le carote stanno nella stessa aiuola! chissà che succederà! Se qualcuno dei finocchi mi riesce (sono una decina in totale) faccio una festa e vi avviso. Grazie a tutti
Francisca Robertiña Gomes


Angelo, grazie per i link e i commenti.
Hai proprio ragione, i miei daikon sono cresciuti per metà fuori terra.
Ne ho ancora una pianta ed è l'unica ad avere la radice completamente interrata. Non ho ancora controllato se sia l'unica pianta riuscita a "rompere la terra come un aratro" oppure se non ha proprio sviluppato la radice.
Visto che mi hai fatto notare che ci sono finocchi da seminare prima e dopo ho controllato.
Ho a disposizione il tuo Trevi e il Montebianco. Da quanto ho trovato il Montebianco si può seminare regolare, quindi luglio, per il Trevi meglio aspettare Agosto!
Claudia

@ Claudia:
ritengo che, se la terra della tua serra è già morbida, il doppio delle invocazioni, unitamente agli altri trucchi (tranne il n° 1 - che si riferiva alla terra "dura"), potrebbero bastare; e se i finocchi per l'autunno non fossero ancora maturi e già raccolti, la copertura della serra potrebbe essere propizia per tenerli al riparo dal freddo, dalla neve, facili da raccogliere a scalare.
I venditori vendono piantine di finocchio adesso perché adesso la gente le richiede, ma non è detto che ci sia riuscita; puoi fare la prova, compera quattro piantine e trattale bene, poi ci riferisci sul risultato, magari sono varietà che non richiedono il trucco n° 2)
Orto delle Piane


Nessun commento:

Posta un commento